Motospia

Kawasaki spinge forte sull’ibrido Ancora un brevetto che prevede l’uso di motori endotermici ed elettrici

kawasaki ibrido

Qualche tempo fa abbiamo mostrato un interessante brevetto Kawasaki che abbinava un motore a due tempi con un motore elettrico. Ecco ora ancora un brevetto che va nella direzione dell’ibrido.

Le motorizzazioni ibride sono molto diffuse ormai nel settore automobilistico. Mentre ancora non vengono usate nelle due ruote. Sembra che la Casa più avanti neIlo studio dell’ibrido per le moto sia la Kawasaki. Tempo fa vi abbiamo parlato di un brevetto che abbina il motore elettrico con un endotermico a due tempi. Ora Kawasaki ha presentato un nuovo brevetto, che prevede sempre la combinazione di un motore a combustione con un motore elettrico per uso motociclistico. Il tutto dopo aver presentato già il prototipo della sue moto 100% elettrica EV Endeavour.

kawasaki ibrido

Per tornare al brevetto ibrido, Kawasaki mostra una moto  mossa da un motore a combustione con un motore elettrico integrato nella trasmissione. Sia il motore a combustione che il motore elettrico possono essere agganciati alla trasmissione con la propria frizione o agire separatamente.

La Kawasaki prevede quindi di utilizzare il motore elettrico come supporto del motore a combustione alle basse velocità. Alle alte velocità viene poi scollegato. E in questa modalità ush funge da generatore e recupera energia. E se necessario, il motore elettrico può anche essere usato da solo.

Il brevetto Kawasaki mostra un sistema di controllo al  manubrio con un interruttore a bilanciere e un pulsante centrale che ruota con l’acceleratore. I quattro pulsanti di direzione indicano le modalità operative individuali, il pulsante centrale attiva il boost elettrico.

kawasaki ibrido

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!