Powered by WP Bannerize

Motospia

Esplosione in MotoE in Austria. Ancora problemi con le ricariche

esplosione in motoe

Ancora un incidente tecnico per la MotoE. Al Red Bull Ring è esplosa la moto di Niki Tuuli nella zona del paddock riservata alla ricarica. Per fortuna dopo l’esperienza di Jerez, il paddock della MotoE viene giustamente tenuto a distanza dal paddock principale. L’incendio scaturito dall’esplosione è stato subito domato dai pompieri che erano lì in via precauzionale.

esplosione in motoe

Ancora spavento in MotoE a causa di una esplosione. Non c’è pace quindi per i protagonisti di questo campionato. Nel pomeriggio di venerdì 9 agosto, è esplosa la moto del finlandese Niki Tuuli, vincitore un mese fa della prima prova al Sachsenring. 

Grazie alle misure di sicurezza predisposte dagli organizzatori del campionato, i pompieri presenti nel paddock hanno prontamente domato l’incendio che si è sviluppato dopo l’esplosione. Hanno utilizzato dei teli appositamente studiati per contenere questo tipo di incidenti.

Dalle prime ricostruzioni, sembra che l’esplosione sia avvenuta per un eccesso di ricarica. L’indicatore segnalava che la batteria non era ancora carica completamente, mentre probabilmente lo era, e l’eccesso di carica potrebbe aver provocato l’esplosione.

Non si può certo dire che il primo campionato mondiale per moto elettriche stia procedendo a vele spiegate. Ma bisogna ammettere che incidenti come questi possono accadere quando si sviluppano nuove tecnologie direttamente in gara. 

Le moto elettriche devono essere “maneggiate” con cura anche quando cadono. C’è un elevato pericolo di incendio.

Che fosse difficile “maneggiare” le moto Energica da corsa era stato chiaro agli spettatori già al Sachsenring. Lì infatti la gara fu interrotta con bandiera rossa a causa di una caduta. Quella bandiera rossa era stata necessaria proprio perché in caso di caduta c’è un elevato pericolo di incendio con le moto elettriche. E i commissari (appositamente istruiti) devono poter manovrare con la necessaria sicurezza.

Nicolas Goubert, responsabile per la Dorna del Campionato MotoE, dopo l’esplosione ha convocato tutti i team manager. Per annunciare che il programma del weekend austriaco è confermato e proseguirà senza alcun cambiamento.

esplosione in motoe

© 2019, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!