Motospia
mv agusta giovanni castiglioni apre

COLPO GROSSO IN MOTO2 CON MV AGUSTA

La notizia ufficiale dell’ingresso di MV Agusta è una ventata di freschezza in un campionato “strano” e tecnicamente assopito.

Non solo Ducati ed Aprilia quali portavoce del Made in Italy nel Motomondiale, ora anche MV  Agusta potrà dimostrare il suo valore nella categoria Moto2, che a partire dal 2019 vivrà una nuova era con i propulsori a 3 cilindri Triumph. la casa motociclistica europea più vincente di ogni epoca (con 38 piloti e 37 costruttori dal 1952 al 1974) dopo più di 40 anni di assenza, ritorna da protagonista. Secondo le dichiarazioni di Giovanni Castiglioni, sarà una moto completamente progetta da CRC, Centro Ricerche Cagiva, di proprietà MV. Sulla carta, sarà la sintesi delle esperienze della casa varesina, con telaio a traliccio e piastre e con la distribuzione dei pesi tipicamente MV. Per il 2019, dato il passaggio di consegna da motori Honda a Triumph, si prevede un anno di sviluppo per tutte le case, quale momento migliore per debuttare, dove tutti i dati raccolti dai team e dai costruttori avversari saranno in buona parte inutilizzabili? Inoltre MV negli ultimi anni, producendo solo modelli a 3 cilindri (F3 675, F3 800, Brutale e Dragster) vanta una conoscenza tecnica dello schema motoristico più profonda rispetto a Kalex e KTM.
L’elemento che distinguerà MV Agusta rispetto alle concorrenti (KTM in primis) sarà l’essere la prima azienda che fa una Moto2 pensando alla moto di serie. In sintesi, si tratterà della massima espressione racing della produzione MV. I primi test sono già previsti per il mese di Luglio, ma la location è ancora ignota. Le moto saranno in gestione al Foward Racing Team di Giovanni Cuzari, manager riconosciuto, degno di un team della MotoGP e al suo Team saranno affidate la gestione della squadra e lo sviluppo del mezzo. Il Forward Racing Team è una squadra corse fondata nel 2009 e corre in Moto2 fin dalla sua nascita, salendo sul podio nella gara inaugurale e ottenendo la prima vittoria nel 5° Gran Premio, a Silverstone. Il Forward Racing Team ha partecipato anche al Campionato del Mondo MotoGP, ottenendo il primo posto nella classifica mondiale riservata alle moto Open nel 2014 con Aleix Espargaró.
Già nel 2017 c’era qualche avvisaglia riguardante l’ingresso della casa MV Agusta nel mondiale Moto2, quando il Foward Racing Team presentò una livrea grigio-rossa in occasione del Gp di Misano.

La Kalex Honda in livrea MV Agusta presentata nell’estate 2017 in occasione del GP di Misano

A quel tempo, voci di corridoio parlavano di una possibile collaborazione di MV per lo studio dell’aerodinamica della Kalex Honda che, nel 2017, era guidata da Baldassarri e Marini.
La conoscenza dell’ambiente Moto2 del Foward Racing Team e l’esperienza che MV si è fatta attraverso la produzione e attraverso il mondiale Supersport con il modello F3 675 possono bastare per poter fare già dei risultati rilevanti nel campionato più strano degli ultimi anni?

MV non è una azienda paragonabile a livello di fatturato ad altri colossi esteri. Se si dovesse guardare il solo lato economico, nessuna realtà si impegnerebbe in un contesto così dispendioso. Malgrado le poche risorse a disposizione, in MV Agusta si sta già pensando alla prossima generazione della F4 (probabilmente sarà presentata nel 2020), il cui nome è tutt’ora un mistero.

Nell’aria l’entusiasmo è palpabile e sicuramente ci sono tutti i presupposti per fare bene: MV Agusta rappresenta senza dubbio, assieme ai nuovi motori 3 cilindri, una grande boccata d’aria per un campionato tecnologicamente stantio dove delle strisce colorate sulle gomme non bastano per attrarre spettatori. Forza MV, Forza Foward Racing Team, Forza italiani, facciamo bene anche in Moto2.

 

© 2018, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!