Powered by WP Bannerize

Motospia

YZ450F vera novità della gamma cross Yamaha 2020

yz450f

Presentate le novità Yamaha per la prossima stagione off-road. Spicca la YZ450F completamente ridisegnata.

Yamaha punta tutto sulla YZ450F per il cross 2020. dopo essersi concentrata nel 2019 sulle “piccole”  YZ65 e YZ85 e sulla YZ250F, per la prossima stagione ha provveduto ad una completa rivisitazione dell’ammiraglia a quattro tempi YZ450F. In pratica, la moto è stata completamente ridisegnata. E stando alle dichiarazioni, il team di sviluppo è riuscito a ottenere una significativa riduzione del peso aumentando la potenza e migliorando anche la maneggevolezza della YZ450F.

yz450f

Motore più potente e compatto inclinando di più il cilindro

Una delle migliorie più visibili del motore del modello 2020 è la nuova inclinazione del cilindro, più leggero e compatto. Visto che il cilindro è collocato vicino alla parte centrale della moto, la modifica permette di ottenere una migliore centralizzazione delle masse. Il nuovo cilindro inclinato all’indietro è dotato di un pistone forgiato di tipo bridge-box con un rapporto di compressione elevato. Una soluzione che secondo i tecnici riesce a garantire l’equilibrio tra la potenza di una 450 e un buon controllo della risposta all’acceleratore. Per fa questo sfrutta anche l’efficienza del cilindro rovesciato con il condotto d’aspirazione lungo e rettilineo. E l’iniezione Mikuni con corpo farfallato di 44 mm Ø.

yz450f
XV1900FD XV1900 XV 1900 USA 2018

Yamaha Power Tuner fa della YZ450F la prima cross “connessa”

La Yamaha YZ450F è stata la prima moto da cross predisposta per essere connessa a uno smartphone, permettendo regolazioni da remoto. Il modello 2020 vuole continuare a essere un punto di riferimento nella tecnologia digitale. Scaricando l’app gratuita Power Tuner per dispositivi IOS o Android, i piloti di YZ450F o i meccanici possono facilmente regolare il mix aria/carburante o la fasatura d’accensione per adattare i setting ai circuiti e alle condizioni di guida. Questa caratteristica fa della YZ450F una moto estremamente adattabile. Perché può essere messa a punto istantaneamente ai bordi del circuito, consentendo al pilota di gestire una varietà di terreni e di condizioni atmosferiche. Oltre alla funzione di mappatura della centralina, l’app Power Tuner può anche registrare informazioni sul comportamento in gara e analizzare una serie di dati. Tra questi, la diagnosi di sistema, il tempo di funzionamento del motore e altro ancora.

Comando per il cambio della mappatura al manubrio

Dopo aver rimappato la centralina di YZ450F con Power Tuner nel paddock, è possibile scegliere la mappatura preferita mediante il pulsante sul manubrio. La rimappatura istantanea è semplice e permette al pilota di adattare i setting alle condizioni variabili del percorso e alle condizioni meteo, scegliendo una mappatura super aggressiva per terreni asciutti e veloci, o un’erogazione più morbida per le superfici fangose.

Il nuovo motore 450 è dotato anche di un compatto e leggero avviamento elettrico alimentato da un batteria a ioni di litio di capacità elevata, che contiene al minimo il peso di YZ450F.

 

Launch Control System per partenze fulminee

La YZ450F ha anche il Launch Control System (LCS) che ottimizza l’erogazione della potenza e le caratteristiche di funzionamento del motore nei primi secondi dopo l’apertura del cancelletto. Lo scopo è quello di offrire  un controllo superiore e una trazione immediata nell’affrontare la prima curva. Per assicurare un funzionamento ottimale del motore in tutte le condizioni, i tecnici Yamaha hanno sviluppato radiatori con inclinazione ottimizzata per ricevere il massimo flusso d’aria in ingresso. Altre modifiche hanno riguardato la frizione e lo scarico.

Modifiche anche nella sezione ciclistica. Il telaio in alluminio è più leggero

Per ridurre il peso e per migliorare la maneggevolezza, il nuovo telaio bilaterale ha travi più leggere, mentre i tubi inferiori sono stati maggiorati. inoltre sono stati rinnovati anche i supporti del motore.

La pinza freno anteriore è più rigida, con materiale della pastiglia più aggressivo che agisce sul freno a disco da 270 mm. La nuova pinza posteriore alleggerita e il nuovo disco riducono i pesi delle masse non sospese. Sono state modificate anche le pedane, più ampie e leggere.

© 2019, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!