Motospia

La mitica Yamaha Vmax sparisce anche dal mercato USA In Europa non la vendevano più da tempo.

Yamaha Vmax

Scomparsa da qualche anno dai listini europei, la mitica Yamaha Vmax, la moto che nel 1985 ha “inventato” la categoria delle streetfighter, o “power bike”, scompare anche dal listino di Yamaha USA, mercato dove la versione più recente, la 1700, era stata reintrodotta soltanto lo scorso anno. 

La Yamaha Vmax era scomparsa da tempo dalla gamma di modelli venduti sui mercati europei. Ma nel 2019 era stata reintrodotta sul mercato USA in versione “total black” e veniva venduta ad un prezzo di circa 18.000 dollari. (Poco più di 16.300 Euro).

La Vmax è uno dei ari esempi di moto giapponesi che sono riuscite a rimanere sul mercato per tantissimi anni. Nata nel 1985, ha inventato la categoria delle “power-bike”, o streetfigher, per dirla con un aggettivo moderno. Rimasta invariata per decenni, si presentò completamente rinnovata nel 2009, con un poderoso motore V4 portato al limite dei 1.700 cm3 e dei 200 CV di potenza massima e dei 167 Nm di coppia massima. 

 

Yamaha Vmax
Il modello del 1985.

 

Ma il design e l’impostazione tecnica erano ancora fedeli al modello originale. 

Poi un lento declino, che l’ha vista sparire gradualmente dal mercato europeo. Nel 2019 la bella notizia della sua reintroduzione negli USA. Ma ora è stata di nuovo eliminata anche dal listino di Yamaha USA. Rimangono in vendita su quel mercato, ad esaurimento, i modelli 2020. 

Yamaha Vmax
L’ultima versione, quella reintrodotta nel 2019 con livrea nera negli USA.

 

Stavolta, purtroppo, sembra che si sia arrivati ai titoli di coda di una delle storie più gloriose della produzione giapponese.

A meno che ad Iwata non stiano pensando ad una erede da proporci più avanti… Vedremo.

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!