Motospia

AGNELLOTREFFEN: DOVE OSANO I VERI BIKER

Agnellotreffen, dove gelo e passione motociclistica si incontrano, a Pontechianale a fine gennaio, a più di 1500 metri di altitudine

Andare in moto nel pieno dell’inverno è senz’altro tra le esperienze più complicate che un appassionato di due ruote si ritrova a vivere in sella, le basse temperature invitano a lasciare la moto in garage e le condizioni delle nostre strade, già difficili nella bella stagione, non stimolano di certo la pratica del nostro passatempo preferito. Pensare ad un motoraduno in inverno, poi, è un’idea “molto lontana” fino a poco tempo fa esclusiva dei tedeschi con l’elephantentreffen. Pensando a questo genere di eventi immaginiamo lunghe distese di moto sotto la neve, piccoli crocchi di amici intorno ad un falò, musica alpina e yeti che si aggirano pigri.

Le catene da neve non sono più un’esclusiva delle automobili

Invece, sfidando la neve ed il gelo anche da noi si organizza un evento in moto sulla neve, una grande festa dove la passione ed il calore di un grande gruppo di motociclisti incuranti del tempo si ritrova affrontando le montagne del cuneese per l’Agnellotreffen.

Come nasce questo evento? Da un caso, un gruppo di amici motociclisti nel gennaio 2014 ha dovuto passare la notte in tenda perché i posti negli alberghi della zona erano tutti occupati. Da lì, in omaggio a questo atto eroico, per risfidare il gelo, è nato l’Agnellotreffen.

L’Agnellotreffen 2018 si svolgerà nel weekend del 26-28 gennaio, a Pontechianale, comune di 192 abitanti situato nella valle Varaita, in provincia di Cuneo, a 1612 metri di altitudine (di fatto, è il motoraduno a più alta quota di tutta Europa). Il motoraduno di per sé è come sempre il miglior modo per conoscere nuovi compagni di avventure con cui condividere la passione per il motociclismo; la vera difficoltà sta nel raggiungere il comune di Pontechianale e di vivere (e sopravivere n.d.r.) all’intero evento: a gennaio le temperature scendono molto facilmente sotto gli zero gradi ma nonostante questo in molti decidono di viverlo in tenda.

Sullo sfondo il piccolo comune di Pontechianale che ospiterà la quinta edizione di Agnellotreffen

Agnellotreffen è organizzato dalla Moto Raid Experience di Saluzzo, società leader nelle esperienze motociclistiche estreme che organizza tra l’altro l’Atene -Gibilterra, ed è arrivato alla sua quinta edizione. Con il prossimo anno gli organizzatori si dicono fiduciosi di superare la quota di 1500 motociclisti che hanno preso parte a all’edizione 2017, scaldando la gelida atmosfera delle splendide montagne piemontesi. A prendervi parte non solo motociclisti italiani, ma anche francesi, tedeschi, svizzeri, spagnoli, portoghesi e persino dalla Alaska: la oramai leggendaria Nikki Misurelli è partita da Anchorage (Alaska) con una Honda CBR600 per raggiungere il comune sperduto tra le montagne italiane: questa è Passione!

A gennaio ci saremo anche noi di Motospia.it e prima vi racconteremo come ci prepariamo a sfidare il freddo e poi le emozioni e le ragioni che spingono tanti appassionati a partecipare a questo motoraduno unico nel suo genere. Sarà l’occasione per incontrare una parte di quel 6% di motociclisti che utilizza la moto 365 giorni l’anno, a prescindere dal meteo

© 2017, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

  • Guido Marcodini

    E con questa saranno tre le mie partecipazioni all’Agnellotreffen, appuntamento ormai imperdibile per me e il mio gruppo di amici motociclisti!
    Un’occasione unica per sfidare il freddo intensissimo, il ghiaccio infido, i pareri contrari di familiari e conoscenti e ritrovarsi intorno al fuoco, con un bicchiere (o più) di vin brulè bollente tra le mani, a condividere in tanti la passione viscerale per la moto. Perchè solo tale passione può convincerti a vivere quest’esperienza bellissima, freddissima e incredibilmente folle!

  • Guido Marcodini

    E con questa saranno tre le mie partecipazioni all’Agnellotreffen, appuntamento ormai imperdibile per me e il mio gruppo di amici motociclisti!
    Un’occasione unica per sfidare il freddo intensissimo, il ghiaccio infido, i pareri contrari di familiari e conoscenti e ritrovarsi intorno al fuoco, con un bicchiere (o più) di vin brulè bollente tra le mani, a condividere in tanti la passione viscerale per la moto. Perchè solo tale passione può convincerti a vivere quest’esperienza bellissima, freddissima e incredibilmente folle!

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!