Motospia

Voge Valico, la adventure per tutti e per tutte le tasche Il test della Voge Valico 500DS

voge valico

Equipaggiata come le migliori maxi del segmento Adventure, la Voge Valico 500, venduta completa di valigie a 6.390 Euro, costa molto meno di quello che vale. E può andare ovunque.

Non è difficile prevedere un buon successo commerciale per la Voge Valico 500DS. In un mercato come quello attuale dove qualunque moto ispirata al mondo Adventure trova subito riscontro al botteghino, questa bicilindrica si pone subito sotto i riflettori con una realizzazione attenta e curata, una dotazione di primissimo livello (strumentazione TFT a colori, borse rigide in alluminio, protezioni per motore e carrozzeria plexiglass cupolino regolabile in altezza, leve di frizione e freno regolabili nella distanza dalla manopola) e soprattutto con una dinamica di guida davvero efficace e piacevole.

voge valico

Il posto guida è leggermente più inserito nel corpo macchina rispetto a quello della “sorella” Brivido 500R, e si nota subito una sella più accogliente e imbottita. Anche sulla Valico la triangolazione manubrio/sella/pedane è molto calibrata, e con il cupolino regolabile si trova facilmente la giusta altezza che protegge il busto ma non infastidisce la vista. Il colpo d’occhio del pilota è subito catturato dal bel quadro strumenti a colori che vanta anche informazioni utili da vera top Tourer come ad esempio la pressione delle gomme.

voge valico

La guida è brillante e sicura.

In movimento si apprezza subito lo stesso tipo di equilibrio dinamico che abbiamo citato per la Brivido 500R. Anche la Valico, infatti, mostra un avantreno solido e reattivo, senza che però risulti pesante. Insomma, si guida in modo naturale e infonde sempre grande sicurezza. L’ampio manubrio alla giusta altezza rende facili tutte le manovre e la forcella assorbe bene le asperità. Sulla Valico lavora bene anche l’ammortizzatore posteriore, che è più progressivo nell’azione rispetto alla Brivido.

Nei cambi di direzione la moto è docile e reattiva, e non è difficile farsi prendere la mano alzando il ritmo di guida per andare a scoprire fino a dove può arrivare questa moderna bicilindrica. 

Nel nostro breve test apprezzato anche la fruibilità e la buona fattura delle borse, che non risultano troppo ingombranti anche dal punto di vista stilistico. 

PREGI

  • Ricca dotazione di serie 
  • Guida equilibrata
  • Posizione di guida confortevole

DIFETTI

  • Vibrazioni sul serbatoio oltre i 7.000 giri
  • Serratura borse con chiave diversa da quella di avviamento

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!