Motospia

Soriano Motori rinasce in Italia con moto elettriche Il marchio spagnolo era scomparso dagli anni ’50

soriano motori

Il marchio Soriano Motori, nato in Spagna negli anni ’40 e scomparso poco dopo, appartiene ora ad una società che, guidata da Marco Soriano, sta avviando un progetto di moto elettriche da costruire in Italia. Tre i modelli previsti al momento della presentazione, che, saltata EICMA,  dovrebbe comunque avvenire a fine anno a Milano.

Pochi appassionati di storia del motociclismo ricordano che il marchio Soriano Motori, fondato da Ricardo Soriano, ebbe una breve vita in Spagna negli anni ’40 e ’50. Produsse qualche migliaio di moto fra il 1942 e il 1952. Poi scomparve. Ora il marchio, nelle mani della Soriano Motori Corporation ha ripreso vita per dedicarsi alla costruzione di moto elettriche. Non più in Spagna, bensì in Italia. Ed entro fine mese verranno ufficialmente presentati a Milano i primi tre modelli della gamma Giaguaro.  

soriano motori

La Giaguaro sarà disponibile come modello base V1R, ma anche come V1S (più sofisticato) e V1 Gara (che sarà il top di gamma). Tutti saranno realizzati in Italia in due strutture allestite a Oggiono e Lecco vicino al Lago di Como. Dal punto di vista stilistico le moto renderanno omaggio ad alcuni dei vecchi modelli Soriano. Avranno la sospensione anteriore monoammortizzatore con bracci laterali in alluminio, cambio manuale a tre velocità e freno anteriore con dischi perimetrali. L’azienda afferma che si tratta di “veicoli elettrici all’avanguardia”. Avranno anche un particolare motore elettrico Duoflex (praticamente un doppio motore) raffreddato a liquido. E anche un cambio manuale a tre marce.

soriano motori

Il motore Duoflex ha una struttura boxer.

I due motori saranno disposti in una configurazione tipo boxer e potranno lavorare insieme o essere attivati ​​indipendentemente. Questo per avere maggiore efficienza negli ambienti urbani o maggiore potenza per la guida nei percorsi veloci, a seconda delle esigenze.

Le schede tecniche affermano che il V1 Gara di fascia alta è alimentato da un motore elettrico di potenza massima da 75 kW (100 CV) e può accelerare da 0 a 100 km/h in 3”5. Il modello V1S utilizza un motore da 72 kW (90 CV) che gli permette di accelerare da 0 a 100 km/ in 4”4. La V1R base, invece, genera una potenza massima di 60 kW (80 CV) e accelera da 0 a 100 km/h in 4”4. In tutti i casi la coppia massima espressa dal motore è di 144,8 Nm.

Giaguaro Gara.

Le opzioni della batteria vanno da 15kWh a 20kWh, (entrambe agli ioni di litio). Le schede tecniche indicano percorrenze di 120-160 chilometri. Pare che la ricarica veloce possa avvenire entro 45 minuti e che il sistema si predisposto per collegarsi alle stazioni di ricarica Tesla. 

Giaguaro V1S.

Le moto potranno essere personalizzate con un’ampia gamma di colori. E saranno offerte varie misure di ruote e pneumatici e persino diversi layout del cruscotto. Si può scegliere anche se comprarla “silenziosa” o con due diverse opzioni di rumorosità. Le moto sono già disponibili per il preordine online.

La V1R parte da 25.500 euro, la V1S da 30.500 euro e la V1 Gara da 32.500 euro.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!