Powered by WP Bannerize

Motospia

LA SICUREZZA STRADALE AL WOW SPAZIO FUMETTO

Lezioni didattiche, laboratori creativi e incontri per i più giovani e i loro genitori al WOW Spazio Fumetto, il museo di Milano dedicato al Fumetto, nella settimana della sicurezza stradale

La settimana di prevenzione degli incidenti stradali dedicata alle scuole, ideata dal settore didattico di WOW Spazio Fumetto, dalla Polizia stradale di Milano in collaborazione Pirelli e Fondazione Pirelli, si è conclusa al Wow Spazio Fumetto domenica 17 novembre. L’obiettivo dell’iniziativa era avvicinare i più giovani e i loro genitori al tema della sicurezza stradale, in occasione della Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada.

Lezioni di sicurezza stradale al WOW Spazio Fumetto di Milano

 

WOW Spazio Fumetto. All’iniziativa hanno partecipato la Polizia Stradale e alcune associazioni lombarde impegnate nella prevenzione degli incidenti e nell’assistenza alle vittime della strada.

La Polizia stradale è intervenuta con due simulatori di guida, alcuni veicoli tra cui la Lamborghini Huracán (vettura prevalentemente adibita al trasporto urgente di organi) in forza alla Polizia di Bologna, le nuove biciclette del reparto Bike e uno speciale percorso che ha consentito di provare, attraverso occhiali speciali, gli effetti della guida in stato di ebrezza. Gli esperti della Polizia hanno tenuto una lezione sugli effetti della distrazione al volante, dell’eccesso di velocità e del mancato uso delle cinture di sicurezza.

WOW Spazio Fumetto. L’associazione2NOVE9” ha mostrato in un video come ognuno persona può salvare una vita attraverso le proprie azioni in strada e come mettersi in sicurezza in caso di sinistro. Ha inoltre illustrato la propria attività di protezione e assistenza psicologica alle vittime degli incidenti stradali diventate disabili, fino al loro reinserimento nella società. Nella stessa giornata ha contribuito all’organizzazione di una manifestazione analoga in Sicilia con cui ha approntato un collegamento in diretta che ha coinvolto alcune piazze di Roma e di una decina di altre località italiane. Alcuni volontari hanno portato la propria testimonianza sull’accompagnamento in Olanda di chi ha subito amputazioni gravi e complesse per gli interventi chirurgici di osteo-integrazione.

Insegnare ai bambini a riconoscere i segnali stradali attraverso i fumetti

 

L’associazione “Ragazzi On The Road” ha parlato del proprio progetto “Scuola, alternanza, lavoro” e spiegato la propria attività di affiancamento degli studenti maggiorenni alle forze dell’ordine e del soccorso per avvicinarli alle istituzioni e consapevolizzarli sulla prevenzione dei comportamenti scorretti alla guida e dei pericoli della strada.

La Croce Rossa Italiana di Milano e un’equipe del 118 hanno illustrato la propria attività di soccorso negli incidenti stradali ed esposti alcuni dei loro mezzi di soccorso.

L’associazione “Salviamoci la faccia” costituita da medici del Trauma Center dell’Ospedale di Niguarda e dell’Ospedale San Gerardo di Monza, ha spiegato attraverso dati clinici e testimonianze l’importanza di indossare il casco integrale invece di quello jet per proteggere testa e volto in caso di impatto.

La cooperativa “CDD Ferraris Autismo”, che si occupa di inclusione sociale delle persone autistiche, è intervenuta spiegando le difficoltà di approccio in caso di incidente stradale alle persone che soffrono di autismo.

I partecipanti all’iniziativa hanno visitato la mostra “Viaggiare… ma sul sicuro – La sicurezza stradale nelle campagne pubblicitarie Pirelli tra gli anni Cinquanta e Sessanta” che ha raccontato l’impegno di Pirelli nel corso dei suoi quasi 150 di storia nella divulgazione della cultura della sicurezza stradale attraverso le illustrazioni dei più grandi nomi della grafica tra cui Riccardo Manzi, Bob Noorda e Max Huber.

WOW Spazio Fumetto. Nel programma della settimana erano previsti incontri sulla sicurezza stradale con gli studenti. Si sono svolti due laboratori differenti realizzati per le scuole primarie e le secondarie di secondo grado. Entrambi i laboratori hanno previsto una lezione introduttiva sulla sicurezza stradale e sulla mobilità sostenibile, e l’incontro con disegnatori professionisti. I disegnatori hanno creato insieme agli alunni delle scuole primarie una rappresentazione fumettistica di un quartiere urbano dove i bambini hanno posizionato i vari segnali stradali. Hanno poi sensibilizzato gli adolescenti a un buon uso delle norme attraverso una storia a fumetti.

Anche i disegnatori professionisti possono dare un importante contributo alla diffusione dell’educazione stradale

Gli organizzatori di questa iniziativa e le associazioni di volontariato che vi hanno partecipato, meritavano la presenza delle istituzioni milanesi le quali invece hanno perso un’altra occasione per dimostrare di avere a cuore la sicurezza dei cittadini.

Ricordiamo che la “Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada” deve impegnare tutto l’anno le istituzioni a migliorare la sicurezza stradale per ridurre drasticamente il numero morti e feriti sulle strade.

La Lamborghini Huracán della Polizia stradale utilizzata sulle strade per il trasporto di organi destinati ai trapianti

 

© 2019, MBEditore, riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!