Motospia

Shoei Gt-Air, compagno di viaggio

Gt-Air è il casco Sport-Touring secondo Shoei; anzi, non casco, bensì DDS – Dispositivo di Sicurezza, come ama chiamarlo l’azienda giapponese. Ho avuto l’opportunità di testarlo a fondo, in varie condizioni climatiche, dalla città ai passi più alti d’Europa e sono rimasto molto soddisfatto dalle sue caratteristiche.

La prima impressione è quella di un casco ben costruito, con una linea piacevole e dettagli curati. Anche al tatto il feeling è di consistenza, con tutte le parti mobili che lavorano in modo rigoroso e preciso. Si maneggia in relax, senza la paura di rompere accidentalmente qualche meccanismo troppo fragile.

Shoei Gt-Air

La calotta esterna di Shoei Gt-Air sfrutta la tecnologia AIM, cioè fibre organiche e multi-composite combinate in diversi strati, soluzione che nelle dichiarazioni del produttore garantisce rigidità e assorbimento degli urti. Viene prodotta in tre misure differenti, così da poter avere un’ottima calzata unita a dimensioni esterne contenute.

Devo ammettere che, in un primo momento, nel vedere il cinturino con sistema di chiusura micrometrico in acciaio sono rimasto un po’ deluso. Essendo un purista del doppio anello è stato necessario utilizzare questo sistema qualche giorno prima di farmi convincere della sua bontà. Alla fine però la grande comodità, specialmente nell’uso con i guanti, ha prevalso.

Shoei Gt-Air

Una volta indossato Shoei Gt-Air è confortevole, con la calottina in 3d ed i guanciali che sono disponibili in diverse misure per la massima personalizzazione.
In caso di incidente il sistema E.Q.R.S. consente la rimozione rapida dei guanciali per togliere il casco senza compromettere le condizioni del motociclista.
Tutti gli interni sono removibili e lavabili, così da poter avere sempre la sensazione di un casco come nuovo.
Non si avvertono punti di pressione fastidiosi ed è ottimamente equilibrato, tanto che, sembra più leggero di quanto dichiarato.
In movimento, complice uno studio aerodinamico veramente ben fatto, Shoei Gt-Air è ancora meglio; nessuna turbolenza fastidiosa grava sul collo e risulta estremamente silenzioso rendendo molto meno stancanti i trasferimenti autostradali e le lunghe giornate di viaggio. Veramente una manna per chi è abituato a macinare chilometri.

Shoei Gt-air
In movimento, ottimo anche con la naked

L’ampia visiera dello Shoei Gt-Air si mostra da subito molto piacevole nell’uso urbano e turistico, con benefici anche sul fronte della sicurezza e del relax di guida, poiché richiede di girare meno del solito la testa potendo sfruttare la visione periferica.
Risulta un po’ dura da aprire dalla posizione completamente chiusa, ma questo è una garanzia contro le aperture accidentali, anche in caso di caduta.
Durante l’intera prova non ho mai avuto problemi di appannamento, nemmeno sotto la pioggia. La lente pinlock unita ad una efficace aerazione tiene perfettamente a bada questo possibile problema. Le prese d’aria sono comodamente gestibili con i guanti, così da poter essere regolate a piacimento nei cambi di clima quando si fa su e giù dai passi di montagna.

Con tutte queste caratteristiche Shoei Gt-Air sarebbe già un ottimo prodotto ma la ciliegina sulla torta è rappresentata dal visierino parasole integrato, basta un dito per azionare il comando che lo fa scendere davanti agli occhi, eliminando il fastidioso problema dei cambi di luce. La lente ha il trattamento anti-graffio e anti-fog, oltre alla certificazione DIN EN 1836, lo standard europeo utilizzato per le lenti ottiche da sole.
Questo sistema una volta provato diventa irrinunciabile, infatti, se è vero che si possono usare gli occhiali da sole è altrettanto vero che ci troveremmo comunque ad avere problemi nelle zone buie come ad esempio le gallerie. Peggio ancora, chi come me utilizza lenti da vista è ulteriormente condizionato, essendo costretto a continui cambi di occhiali. Tanto più che le lenti fotocromatiche non funzionano perché i raggi UV vengono filtrati al 99% dalla visiera.
Resterebbe l’opzione della visiera fotocromatica, ma non è altrettanto reattiva.

Shoei Gt-Air

In sostanza un ottimo prodotto, che mi è veramente piaciuto, con tanti pregi e senza nessun vero difetto. Certo, non sarebbe la mia prima scelta per una giornata di prove in circuito, ma, non nasce per questo. Se invece domani dovessi partire per un bella vacanza su due ruote, il DDS Shoei Gt-Air sarebbe il compagno di viaggio perfetto. Il prezzo al pubblico parte da €509.

Alla fine, ciò che più appaga, è poter vagabondare; nel silenzio, con la visiera aperta e gli occhi protetti dietro al nostro visierino, godendo del vento in faccia. Che sia per ammirare un lungomare ligure o il panorama di un passo delle Dolomiti, questo permette di vivere un’esperienza di immersione totale nella natura ed assaporare ancor meglio la libertà che solo un viaggio in moto può regalare.

Shoei Gt-Air

© 2018, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!