Motospia

RIDERDENIM FUME LONG TEST: IL DENIM DALLA TURCHIA

Riderdenim jeans moto

Capi tecnici, belli, sicuri, adatti in ogni contesto; per molte case è una sfida molto difficile, vincerla sembra impossibile. Dalla Turchia, probabilmente, arriverà la risposta ai quesiti del mercato

Il jeans da moto, capo d’abbigliamento che sta sempre più occupando spazio negli armadi dei biker modaioli, sta raggiungendo anche gli utenti stradali che non seguono i trend dettati dal marketing.
Quando si parte con dei long test, è molto facile prendere un brand già affermato sul mercato e cantarne le lodi; tutt’altro discorso è trovare prodotti di qualità nell’immensità nell’attuale mercato globale e sottoporli a stressanti prove di durata, sia in contesti tradizionali sia in situazioni più estreme.
Per il nostro long test abbiamo scelto il brand Riderdenim, realtà turca che in territorio nazionale è molto conosciuta ed apprezzata; ad Istanbul è persino presente uno store completamente dedicato ai soli prodotti Riderdenim: svariate tipologie di jeans, modelli di giacca, scarpe ed accessori.

I jeans Fume, così come tutti i pantaloni Riderdenim, sono composti per il 98% di cotone, accoppiato con aramide. L’aramide è un tessuto composto da fibre di carbonio leggere, con ottima resistenza allo strappo, all’abrasione e alle temperature. Viene spesso utilizzato nell’industria pesante, nelle attrezzature militari e negli sport estremi che richiedono alti livelli di protezione.

Come ogni buon jeans da moto che si rispetti, non mancano le protezioni su ginocchia e fianchi in materiale viscoelastico. Per ottenere il massimo livello di sicurezza, l’azienda turca si è risolta a Sas-Tec , colosso tedesco capace di produrre protezioni conformi alla normativa europea sulla sicurezza EN 1621-1: 2012.

Riderdenim jeans moto

Il materiale seguirà completamente la forma del corpo: il calore corporeo renderà la protezione morbida, quindi completamente anatomica, mantenendo inalterate le sue performance di sicurezza. Si tratta inoltre di materiale traspirante, dettaglio che potrebbe farci comodo nelle calde giornate di traffico.

Riderdenim si vuole contraddistinguere dalla concorrenza per un aspetto fondamentale: nanotecnologia. Questo termine altisonante indica il trattamento idrorepellente a base chimica capace di far scivolare acqua e sporcizia, allungando di molto gli intervalli di manutenzione. La casa madre garantisce che, seguendo alla lettera le modalità di lavaggio, il trattamento non comporterà cali di performance.
Il primo contatto con questo genere di capo ci ha dato ottime sensazioni: la qualità del tessuto è di livello superiore, così come le cuciture e le zip. Le protezioni Sas-Tec sembrano ben fatte, così come la qualità generale del capo tecnico.
Il prezzo dei Riderdenim Fume è di 154 euro (circa 100 euro in meno rispetto ai soliti marchi) e al momento non è disponibile per il mercato italiano; si tratta di una nostra esclusiva, che non vediamo l’ora di testare nelle migliori (e peggiori) condizioni possibili.

© 2019, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!