Motospia

Richiami BMW negli USA per cambiare le pinze dei freni!

richiami bmw

l’NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration), l’agenzia governativa USA legata al ministero dei trasporti e responsabile per la sicurezza, ha pubblicato un richiamo da parte della BMW Nord America su 5.938 scooter C 400 X e motociclette G 310 GS e G 310 R. Sospetti di corrosione sulle pinze freno dopo due incidenti in Gran Bretagna. 

Sono stati pubblicati dall’NHTSA i richiami di BMW Nord America per 5.938 moto e scooter (C 400X, G 310 GS e G 310 R). In seguito ad alcuni test, dopo due incidenti sospetti avvenuti in Gran Bretagna, la BMW ha scoperto che le pinze dei freni anteriore e posteriore presentavano rischi di corrosione. Le pinze possono arrugginirsi nel tempo, e questo potrebbe compromettere le loro prestazioni. I test hanno mostrato che, dove ci sono climi particolarmente umidi e dove si usano in inverno prodotti o sostanze per evitare che si formi ghiaccio sulle strade, il foro non anodizzato dove scorrono i pistoncini delle pinze potrebbe mostrare segni di corrosione. Ciò potrebbe influire sul gioco del pistoncino all’interno del foro di scorrimento fino a bloccarsi e/o smettere di funzionare correttamente.

richiami BMW
BMW C 400 X.

Ciò potrebbe causare anche rumorosità e difficoltà di frenata. Se il pistone fosse bloccato in una posizione compressa, ciò potrebbe influire sull’accelerazione.

I modelli interessati dai richiami BMW sono i seguenti:

  • C 400 X (2019)
  • G 310 GS (2018-2020)
  • G 310 R (2017-2020)

I proprietari dei modelli interessati riceveranno una lettera che li invita a prendere un appuntamento con il proprio concessionario BMW affinché tutte le pinze vengano sostituiti sul proprio veicolo. I proprietari che hanno pagato per sostituire una pinza del freno corrosa e difettosa prima dell’emissione del richiamo potranno beneficiare di un rimborso. La BMW ha ordinato anche uno stop delle consegne, il che significa che nessuna nuova unità di questi modelli verrà consegnata fino a quando il problema del freno non verrà risolto.

richiami bmw
G 310 R 2020.

Tutto questo negli USA, Paese dove l’attenzione al cliente, almeno una volta scoperto l’errore, è notoriamente in cima ai pensieri di qualunque produttore. E in Europa? E in Italia? cosa succederà da noi? Anche sui modelli venduti in Italia i manager e i tecnici della BMW hanno progettato e deliberato freni che “potrebbero mostrare segni di corrosione”?

In ogni modo, qualunque sia la risposta ai nostri interrogativi, stupisce come in BMW, Casa ricca di competenze e di capacità, che si fa anche forte di un’immagine tecnicamente irreprensibile, si tenda a scivolare ciclicamente su scelte incomprensibili… Se non lette nell’ottica del massimo profitto a scapito del consumatore.

© 2019, MBEditore, riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!