Motospia

Project: E, la Vespa elettrica su base classica arriva anche da Londra Ma i primi sono stati i riminesi di MotoVeloci

Project: E

Dopo quella dei riminesi di MotoVeloci, arriva Project: E, una nuova proposta di conversione delle vecchie Vespa in scooter elettrici senza che ne venga alterato lo stile originale. Una buona idea per chi vuole distinguersi in città e pensare all’ambiente.

Due amici inglesi, appassionati di scooter e con un solido background tecnico hanno deciso anni fa di convertire una Vespa Primavera del 1976 in uno scooter elettrico. John Chubb e il suo amico McCart non solo lo hanno fatto, ma vi hanno dato seguito fondando la Retrospective Scooters che ora propone Project: E, la conversione elettrica per le Vespa classiche e anche per alcuni modelli di Lambretta. Non sono i primi a farlo. Arrivano dopo la proposta dei giovani riminesi di MotoVeloci, di cui abbiamo già trattato su Motospia.

Project: E

Il kit di Retrospective Scooters prevede la sostituzione del serbatoio della benzina con una batteria agli ioni di litio. Si cambia anche il forcellone per ospitare il motore elettrico montato sul mozzo. Naturalmente ci vogliono anche una nuova centralina e tutti i componenti di controllo elettronici. Comunque il kit è proposto in una versione plug-and-play. 

Project: E

La batteria agli ioni di litio è una Panasonic da 64 V e 28 AH. E permette alle Vespa modificate di raggiungere una velocità massima di oltre 80 km/h e di avere una autonomia di oltre 50 km.

Project: E

Disponibile per più modelli Vespa e Lambretta, i kit di conversione Project: E hanno un costo che va da da 3.970 Euro a 4.200 Euro. Retrospective Scooters può spedire i kit  in tutto il mondo e offre supporto tecnico per il lavoro di installazione, che viene da loro indicato in circa 16 ore.

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!