Motospia

Nuova Honda CBR600RR-R: forse sarà svelata al GP di Thailandia?

cbr600

Si parla da così tanti anni di una nuova Honda CBR600RR che ormai non ci crede più nessuno. Ma in effetti a Tokyo qualcosa si stava muovendo da tempo in questa direzione. E la nuova 600 sarebbe la cliegina sulla torta che la Honda ci ha già servito con la nuova CBR1000RR-R. Secondo i nostri amici giapponesi di Young Machine, può darsi che questa nuova CBR600 sia presentata in occasione del GP di Thailandia 2020.  

Sentiamo parlare di una nuova Honda CBR600RR da tanti di quegli anni che ormai facciamo molta fatica a crederci. Quella che da fine anni ’80 è stata una vera e propria regina della categoria, ormai è praticamente sparita dai radar del mercato. E, stando ai numeri di vendite che le sportive garantiscono, conti alla mano è da pazzi farne una nuova. 

Ma era da pazzi anche fare una nuova CBR1000RR-R… Eppure Honda l’ha fatta. Insomma, una piccola fiammella è sempre lì, accesa, nel cuore degli appassionati del marchio Honda. Che vorrebbero vedere una nuova 600 che sia in grado di detronizzare la Yamaha R6 ormai padrona incontrastata della categoria.

A favore di chi pensa che forse la nuova CBR600 potrebbe arrivare, c’è anche da considerare la forte espansione della richiesta di moto sportive sul frizzante mercato del sud est asiatico. Sinora i giovani thailandesi si accontentano di 125 e 300. Ma è chiaro a tutti che prima o poi vorranno salire di cilindrata. E allora sì che la classe 600 tornerebbe ad essere appetibile anche in termini economici, non solo di immagine. 

cbr600rr

Comunque, per il momento ci limitiamo a riportare l’informazione dei nostri amici giapponesi di Young Machine, che hanno realizzato le immagini di simulazioni che vedete qui. Secondo loro  la nuova CBR600RR (o magari CBR600RR-R) era già pronta per essere lanciata prima dell’arrivo del coronavirus. Tanto che, sfruttando la modifica al calendario MotoGP causata dal Covid-19, ora la presentazione potrebbe avvenire il 4 ottobre al GP di Thailandia.

Staremo a vedere. Secondo noi, vista anche la crisi che si prospetta nel settore a causa del Covid-19, le possibilità che questo avvenga non superano il 50%. Sempre che la moto esista davvero.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!