Powered by WP Bannerize

Motospia

MICHELIN 401 vittorie in MotoGP: VINCE QUANDO CORRE DA SOLA

Michelin vince, e ha raggiunto il ragguardevole record di 401 vittorie nella massima categoria a Le Mans, in Francia, grazie alla vittoria di Marc Marquez. E con il traguardo delle 400 vittorie (a Jerez, sempre Marquez) ha strillato al mondo il traguardo raggiunto: Michelin vince …

Dal 1973, anno della prima vittoria Michelin con Jack Findlay sull’Isola di Man, sono passati anni e anni di sviluppi che hanno permesso a piloti quali Sheene, Spencer, Marco Lucchinelli, Franco Uncini, Eddie Lawson, Gardner, Wayne Rainey, Kevin Schwantz, Doohan, Àlex Crivillé, Kenny Roberts Jr., Valentino Rossi e Nicky Hayden di portare a casa vittorie e campionati del mondo. Tra le varie innovazioni che Michelin ha saputo portare in pista (e poi in strada), nel 1975 la casa francese introdusse il primo pneumatico slick, nel 1984 creò la struttura radiale e la concezione di multi mescola nel 1994. La parentesi Bridgestone nel motomondiale dal 2009 al 2016 ha interrotto la “cavalcata” vincente del costruttore francese.

MICHELIN MODELLO POWER SLICK EVO 190-55 17 75W

Nel campionato del mondo, nel 2002, debuttò anche la Bridgestone, colosso giapponese, e nel giro di soli 5 anni riuscì ad interrompere il dominio francese grazie alla vittoria mondiale di Casey Stoner su Ducati. Possibile che la Ducati fosse superiore tecnicamente anche grazie al lavoro di Bridgestone, azienda che in soli 5 anni ha creato delle gomme più performanti di Michelin, azienda che ha fatto la storia dei pneumatici?
A questa domanda si possono dare moltissime risposte.

Sebbene il travaso di tecnologia dall’universo MotoGP a quello stradale sia, a detta di molti, continuo e copioso, penso sia più veritiero tenere sott’occhio il campionato FIM EWC, ossia il campionato del mondo endurance: ci sono anche Bridgestone, Pirelli e Dunlop. In questo palcoscenico le moto sono estremizzate sia nella performance quanto nella resistenza meccanica ed un aspetto fondamentale è lo pneumatico. Anche qui Michelin ha preso, e prende, parte alle competizioni, senza tuttavia riuscire ad avere lo stesso dominio che ha da sempre dimostrato nella classe regina del mondiale velocità.

Guardando invece le moto in giro per strada o al bar, Michelin non è di certo il marchio preferito: lo smanettone preferisce Dunlop o Pirelli, il macinachilometri annovera sceglie tra  Continental, Bridgestone ed Anlas.

Se Michelin vuol fare veramente breccia nel cuore della gente, dovrebbe , secondo noi, impegnarsi a vincere anche questo campionato: quello del mercato degli appassionati motociclisti.

© 2018, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!