Powered by WP Bannerize

Motospia

Mercato di maggio frenato solo da pioggia e freddo?

mercato di maggio

Com’era prevedibile, il mercato moto nel mese di maggio ha subito una brusca frenata. -10,6% in totale. Le moto fanno segnare un -5,2%, gli scooter -14,4%, i cinquantini -13,6%. Rimane positivo il segno dall’inizio dell’anno ad oggi: + 7,3% rispetto ai primi cinque mesi del 2018.

Ma il brusco calo è da imputare solo al brutto tempo?

Secondo le dichiarazioni ufficiali, sono stati pioggia e freddo a rovinare il mercato di maggio, uno dei più importanti per le due ruote. Nel quinto mese della stagione, che da solo vale mediamente il 13% del mercato totale dell’anno, Case e concessionari devono infatti fare i conti con un calo totale (moto + scooter) in doppia cifra: – 10,6%. Per la precisione, a maggio 2019 risultano immatricolate 12.551 moto (-5,2%) e  16.028 scooter (-14,4%). Le vendite dei cinquantini fanno segnare 1.829 registrazioni, che si traducono in un -13,7% rispetto a maggio 2018.

Una situazione che era abbastanza prevedibile. Le vendite delle moto tendono ad essere decisamente influenzate dalle condizioni meteo. E così, se tutti gli operatori avevano potuto gioire della clemenza del meteo nei primi mesi dell’anno, allo stesso modo possono lamentarsi per un mese di maggio davvero terribile dal punto di vista del meteo.

Ma è solo per la pioggia che sono calate le vendite a maggio? O magari influiscono anche altri fattori, come ad esempio la rincorsa alla promozione selvaggia? Quando il pubblico si abitua a sconti perenni, infatti, basta una minima interruzione delle offerte per creare subito un “buco” che deve essere poi riempito con ulteriori sconti e/o promozioni. Sarà per questo che a giugno sono già riprese alcune delle promozioni operate nella prima fase dell’anno?

A parziale conferma di questa tesi, può venirci d’aiuto il dato relativo alle vendite di alcune moto che proprio fra fine aprile e inizio maggio sono arrivate sul mercato. A maggio, per esempio, la Moto Guzzi V 85 TT ha conquistato ben 39 posizioni nella classifica, passando dal 61.mo al 22.mo posto. Mentre nella top ten si registrano scossoni solo per il balzo della Honda NC 750 X dal nono al sesto posto, per lo scivolone della Ducati Scrambler 800 dal sesto al nono, per lo scambio di posizioni fra BMW R 1200 GS Adventure e Benelli TRK 502 ora rispettivamente quinta e quarta, e per l’arrivo della Kawasaki Z900 in decima piazza dalla dodicesima del mese scorso. Scala moltissime posizioni anche la Honda CB 500 X, da ventinovesima a sedicesima.

Moto Guzzi V85 TT.

Grazie comunque alle performances registrate da gennaio a maggio, il totale progressivo nei primi cinque mesi del  2019 totalizza 110.385 immatricolazioni (veicoli superiori a 50cm3) che si traducono in un +7,3% rispetto allo stesso periodo del 2018. Di queste immatricolazioni, 58.183 sono di scooter (+5,2%) e 52.202 sono moto, che realizzano così un +9,8%. I 50 si attestano a 7.252 pezzi. Il che vuol dire che sono in lieve arretramento (-2,3%). Complessivamente quindi, da gennaio a maggio sono stati venduti 117.637 veicoli a due ruote a motore (moto, scooter e cinquantini), con un incremento del +6,7% sullo stesso periodo dell’anno scorso.

Questo mese con molta pioggia si confronta con un maggio 2018 che aveva fatto registrare un picco di vendite.

«Il quadro economico generale offre in prospettiva motivi di seria preoccupazione a causa di una sostanziale stagnazione. Tuttavia – commenta Andrea Dell’Orto, Presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) – la flessione del nostro mercato, da anni in controtendenza rispetto a molti altri, è dovuto principalmente ad un meteo particolarmente inclemente, con molti giorni piovosi che hanno rimandato gli acquisti. Inoltre va sottolineato che ci si confronta con un maggio 2018 che aveva registrato il picco delle vendite».

Non cambiano le posizioni in testa alla classifica generale dei primi cinque mesi dell’anno.

In testa due scooter Honda. SH 125 ed SH 300 si giocano la vetta con una leggera prevalenza del 125 (4.234 pezzi contro 4.067 del “fratellone”). E la versione intermedia SH 150 ha mancato di pochissimo il terzo gradino del podio (3.795 pezzi) per la prestazione del Piaggio Beverly 300 ABS che si è attestato a quota 4.035. Impressionante constatare che più del 10% dell’immatricolato in Italia è un Honda SH!

La prima moto in classifica è sempre la BMW R 1250 GS, con oltre 2500 unità vendute. Ma se sommiano le quasi 1500 unità di versione GS/Adventure, vediamo che la BMW GS scalerebbe al quarto posto.

mercato di maggio
BMW R 1250 GS Adventure.

Dietro di lei, fra le moto, un’altra maxi enduro: l’Honda Africa Twin, con oltre 1800 immatricolazioni.

mercato di maggio
Africa Twin Adventure Sports

© 2019, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!