Motospia

LeoVince ruggisce con i nuovi scarichi racing LV-10

Ammettetelo: che siate frequentatori abituali della pista oppure semplici appassionati alla ricerca del sound perfetto per la vostra motocicletta avete, almeno una volta nella vita, pensato di cambiare il silenziatore. Bene, se possedete già o state acquistando una delle moto coperte dal catalogo di LeoVince ci sono novità per voi.
***

 

Tra tutte le parti di cui è fatta una moto il silenziatore è quella che provoca al motociclista i maggiori sconvolgimenti interiori. Da un lato ci sono performance migliori e un suono del motore degno della pit-lane di Monza, dall’altro l’ansia di attirare l’attenzione (e le palette) delle forze dell’ordine. Insomma, un bel dilemma. Qualunque sia il vostro pensiero al riguardo, oggi vi parleremo di silenziatori omologati e installati secondo le norme, quindi nessun patema d’animo in vista. L’italianissima LeoVince ha appena presentato la nuova serie di scarichi racing LV-10, una linea di silenziatori frutto della collaborazione con alcuni team di Moto2 e Moto3 nonché dell’esperienza decennale della società nelle competizioni di MotoGP e SBK.


Il nome LeoVince non è probabilmente nuovo per molti di noi e non serve aver corso in moto o essere dei supporter sfegatati dei centauri che si sfidano lungo i tracciati della MotoGP o della SBK. Avete avuto negli anni novanta e duemila uno scooter da rendere un po’ più pimpante? Bene, avete certamente fantasticato sulle performance degli scarichi (anche se nell’intimità dei nostri garage li chiamiamoli ancora, romanticamente, marmitte) di LeoVince. Tuttavia non tutti sanno che la storia della società inizia molto prima, nel 1954, a Torino. L’attività inizialmente era concentrata sulla produzione di silenziatori aftermarket per motociclette 2 e 4 tempi, ancor oggi commercializzati con il marchio satellite Sito, mentre nel tempo la produzione è cresciuta estendendo la gamma a sistemi di scarico speciali prima per moto da strada, fuoristrada e scooter e successivamente per moto custom dallo stile americano (e omologazione europea) a marchio SilverTail. Tutte le lavorazioni per la realizzazione dei silenziatori, comprese quelle per i particolari in carbonio, sono eseguite internamente all’azienda che occupa 114 dipendenti e produce circa 240.000 pezzi l’anno.
Derivato dalle competizioni, lo scarico LV-10 è interamente realizzato in acciaio inox AISI 304 ed è stato sviluppato sulla base di 4 obiettivi da centrare contemporaneamente: le dimensioni estremamente compatte, il peso contenuto, un sensibile aumento delle prestazioni rispetto ai sistemi di serie e da ultimo (ma per molti di noi l’ordine delle priorità è diverso) un suono, inconfondibile, all’altezza di una moto da corsa.
All’interno trovano posto lane ad alta resistenza termica (900 °C) applicate tramite l’utilizzo di un filato unico tesaurizzato e voluminizzato, che consente al materiale fonoassorbente di espandersi liberamente senza che le fibre perdano integrità. Il risultato? Prestazioni migliori e massima durata.
Sempre strizzando l’occhio alle competizioni, il silenziatore LV-10 è dotato di una coppa finale con rete frangifiamme in acciaio inox, ottima ambasciatrice delle intenzioni corsaiole firmate LeoVince. Non mancano poi gli elementi prettamente estetici, quali la finitura opaca e la marchiatura del logo al laser.
Due le colorazioni disponibili, la classica Titanium Look della versione base e la Matte Black della variante Black Edition.


Al momento la linea LV-10 è disponibile per alcune moto Euro 3-4 delle gamme Ducati, Kawasaki e Yamaha, ma c’è da scommettere che nei prossimi mesi le compatibilità aumenteranno. Interessante poi il prezzo consigliato, nell’intorno dei €200 + IVA variabili in funzione della finitura prescelta.

Si avvicina il Natale, siete ancora in tempo per modificare la letterina da spedire al vecchio barbuto.

© 2017, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!