Motospia

Le vendite di motocicli in Europa nel 2017: – 9,5%

931.445 motocicli immatricolati nel 2017, in Europa, con un calo del 9,5% rispetto al 2016.

L’Italia si conferma il primo mercato in Europa con oltre 1/5 dell’intero immatricolato (204.579 unità), seguita da Francia (162.828) e Germania (140.667).

Nelle vendite di ciclomotori, Francia e Paesi Bassi, con un+26% sull’anno precedente, da soli hanno venduto più del 50% del mercato che lo scorso anno è stato di 399.426 ciclomotori, questa la classifica: Francia (107.322 unità), Paesi Bassi (86.826), Germania (33.254), Polonia (29.633) e Italia (26.030). I Governi in Italia non amano le due ruote a motore, leggi inique e inutili hanno contribuito a distruggere un comparto, quello dei ciclomotori, utili a preparare i giovani, i ragazzi alla mobilità.

Il mercato dei motocicli elettrici in Europa, con 4.121 veicoli immatricolati nel 2017 (+20,4%), rimane una nicchia, soprattutto per la poca offerta di modelli su un mercato sostenuto soprattutto dalla casa californiana Zero Motorcycles. Molto potrebbe cambiare con l’arrivo della Vespa elettrica, e da un maggior coinvolgimento di KTM che ha presentato a Eicma la nuova Freeride E, in tutti e due i casi il managment delle aziende ha forti dubbi sull’accoglienza che il mercato riserverà a questi prodotti: l’idea prevalente, più che vendere veicoli potrebbe essere quella di noleggiare batterie.

Come abbiamo detto i motoveicoli targati in Italia nel 2017, sono stati 204.406, un +5,4% rispetto al 2016, di queste, le moto sono state 82.475 (+8,5%), mentre gli scooter, che rappresentano il 60% del mercato, totalizzano 121.931 unità (+3,4%). Poche soddisfazioni con le registrazioni dei “cinquantini” che arrivano a 23.874 veicoli, un incremento pari al +2,7%.

Ha vinto ancora Honda che si aggiudica sia la classifica generale che quella della vendita di scooter, grazie alla solita performance di SH, lo scooter “pigliatutto” che ha registrato oltre 30.000 veicoli immatricolati, un record d’altri tempi raggiunto grazie ad un mix di fattori sintetizzati nella qualità eccellente, nel prezzo allineato ai concorrenti e, secondo noi i clienti lo sanno e lo percepiscono, perché viene prodotto negli stabilimenti Honda Italia Industriale di Atessa.

Nelle moto la GS di BMW si conferma regina, con oltre 6.000 veicoli nelle due versioni, base e adventure. I clienti vengono catturati dall’immagine, dalla facilità d’uso e da una politica commerciale mutuata dalle esperienze della casa di Monaco nel mercato automobilistico: semplici gli ingredienti del successo dell’endurona bavarese.

Quasi tutte le case crescono, chi più chi meno, ma per un’analisi approfondita vi rimandiamo ai dossier a cui sta lavorando la nostra redazione e che saranno in edicola fra aprile e maggio.

© 2018, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!