Motospia

KAWASAKI ZX6R 636 MY 2019, DOPO 16 ANNI SI RINNOVA

ZX6R 636, sigla riferimento nel mondo delle supersport,  ha proiettato la Kawasaki Ninja nell’olimpo delle moto che tutti dovrebbero o vorrebbero guidare una volta nella vita. Ciclistica da 600, quindi leggera ed appuntita, ma con quei 36cc in più che in strada promettono vita più semplice e in pista ti “fanno godere un po’ di più”.

A partire da gennaio, la Kawasaki Ninja ZX6R 636 sarà disponibile nelle concessionarie ed è senza dubbio un salto evolutivo rispetto al modello precedente, partendo dal motore, la nuova unità 4 cilindri omologata euro4 in linea svilupperà 136 cv, regolabili con due mappature, sarà dotata di serie di quickshifter e controllo di trazione regolabile su 3 livelli.

ZX6R 636
Lo scarico imponente e sgraziato, necessario per omologare Euro 4 la nuova ZX6R 636

Il reparto telaio e sospensioni della ZX6R 636 è invece ricco di novità: telaio perimetrale in alluminio completamente nuovo, forcella Showa BFF con regolazioni separate su stelo destro e sinistro, monoarmotizzatore completamente regolabile. Anche il forcellone, in alluminio, è completamente nuovo. La nuova sportiva giapponese monta gli pneumatici Battlax Hypersport S22, ottimi in strada e in pista, ambiente nel quale sarà possibile apprezzare la forza delle nuove pinze monoblocco.

Il lato estetico è molto diverso rispetto al nuovo filone Ninja: lo scarico laterale e lungo, così come la forma dei fari LED anteriori, ricordano la versione del 2003, quella che ha fatto battere tanti cuori in Italia. La coda molto aggressiva e filante invece è molto più aderente all’attuale filosofia stilistica Ninja. L’ergonomia, invece, è orientata sia a chi vuole sfogarsi in pista sia a chi fa del turismo molto veloce in strada e sui passi di montagna preferiti.

ZX6R 636
Ninja® ZX™-6R ABS KRT

Il risultato finale della nuova ZX6R 636? Le ottime doti della Ninja del 2003, proiettate con successo nel 2019 con una cura vitaminizzante a base di tecnologia ed elettronica. A nostro parere, la prima impressione è ottima; l’unico dubbio che potrebbe nascere è nella sua efficacia in confronto con le altre 600cc.

Fino al 2009 infatti, la Ninja ZX6RR (di cilindrata 600 per essere conforme al regolamento mondiale Supersport) non ha mai brillato per le sue performance. La nuova sarà meglio?

© 2018, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!