Motospia

In Germania è guerra sul rumore delle moto. Vogliono imporre gli 80 decibel

rumore

Il 15 maggio il Consiglio Federale tedesco ha votato una risoluzione per chiedere di limitare le emissioni sonore delle moto a 80 db (A). Ora il Governo Federale deve decidere se dargli corso o no. Si annuncia una dura battaglia, mentre alcune regioni pensano anche di vietare l’uso dei veicoli a motore nei week-end!

 Il 15 maggio 2020 il Consiglio Federale tedesco ha votato per limitare le emissioni sonore per tutte le nuove motociclette a un massimo di 80 dB (A). La risoluzione del Consiglio Federale contro il rumore è stata trasmessa al Governo Federale, che ora deve decidere se dare o meno seguito all’invito del Consiglio Federale. 

Ma la risoluzione del Consiglio Federale non si limita a questa richiesta. Sono stati elencati anche una serie di provvedimenti restrittivi per tutte le moto rumorose e per chi applica modifiche all’impianto di scarico.

Inoltre, viene suggerito il diritto degli agenti di polizia di poter confiscare immediatamente sul posto i veicoli in caso di gravi eccessi di rumorosità. Il sito web del Consiglio federale afferma inoltre che occorre trovare una soluzione per garantire che i piloti possano evitare le sanzioni perché non sono riconosciuti a causa del casco e della mancanza di una targa anteriore sulla motocicletta. 

Programma di finanziamento per l’acquisto di display del rumore.

I singoli stati federali promuovono anche misure autonome contro il rumore della motocicletta. Il Ministero dei trasporti del Baden-Württemberg, ad esempio, finanzia l’acquisto da parte dei comuni di display di avvertimento anti-rumore per i motocicli. E anche di barriere antirumore da installare dove necessario. 

Secondo quanto riporta il sito tedesco di Motorrad, il ministro dei trasporti Winfried Hermann, ha sottolineato: «I display del rumore della motocicletta hanno dimostrato di essere una misura sorprendentemente efficace nella lotta al rumore della moto. I display si basano sulla volontarietà e la responsabilità dei motociclisti. Con questi display facciamo appello alla ragione e promuoviamo il rispetto per i residenti locali. Ma la polizia controllerà anche i motociclisti più spesso. Tuttavia sono necessarie ulteriori misure legali a livello nazionale ed europeo per ridurre permanentemente l’inquinamento acustico. Ci stiamo lavorando».

Si arriva a chiedere il divieto di traffico ai veicoli la domenica e nei giorni festivi!

Gli stati ritengono inoltre necessario consentire divieti temporanei di autoveicoli la domenica e nei giorni festivi per motivi di protezione dal rumore. Le motociclette elettriche dovrebbero essere escluse. In generale, il Governo Federale dovrebbe sostenere il passaggio a una mobilità sostenibile e a basso rumore. 

Chiaramente questi “suggerimenti” suggerimenti non sono molto apprezzati dai motociclisti. Di conseguenza, è già stata lanciata una petizione online da parte di diversi gruppi e associazioni di motociclisti, che vorrebbe prevenire i divieti di circolazione la domenica e nei giorni festivi. 

Sono anche nati gruppi su vari canali di social media, in cui sono previste dimostrazioni contro l’applicazione dei divieti di circolazione.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!