Motospia

Harley chiude in India ma corteggia i costruttori locali Cerca una partnership per rimanere sul mercato

harley india

Il piano Hardwire che dovrebbe riportare a galla la Harley Davidson procede come previsto. L’ultimo annuncio riguardava la chiusura di tutte le filiali poco remunerative. E pare che fra queste ci sia l’India. Ma quel mercato è importante, quindi ora Harley Davidson cerca una partnership locale per non perdere tutte le opportunità.

Da anni Harley-Davidson sta cercando di rimanere a galla in un mondo che è rapidamente cambiato e che le ha fatto perdere gran parte delle certezze (e delle ricchezze) accumulate finora. Negli ultimi mesi la Casa di Milwaukee è stata letteralmente ribaltata. Cacciato Matt Levatich, si è installato Jochen Zeits come nuovo presidente e CEO. Che ha riscritto tutti i piani strategici. Stop alla Bronx, via tanti modelli dalla gamma, licenziamenti, tagli ai costi, e chiusura di tante filiali e basi operative nel mondo. Fra queste in India si vocifera che entro fine anno anche la fabbrica di Harley a Bawal inaugura nel 2011, dove vengono prodotte le Street 750, potrebbe presto chiudere. 

harley india
La Harley Davidson Street 750 prodotta a Bawal, in India.

 

L’azienda sposterebbe il suo centro nevralgico nell’Asia del Pacifico in Thailandia. Ma al tempo stesso si vocifera di colloqui serrati con tutti i maggiori produttori indiani. Mahindra, Hero e Bajaj fra questi. Harley starebbe puntando ad una partnership nello stesso stile di quella di KTM con Bajaj o di TVS con BMW. 

Harley Davidson vuole cioè qualcuno che gli produca motociclette di medie dimensioni per il mercato indiano. I sondaggi di Harley includono anche il colosso dell’industria automobilistica Mahindra & Mahindra. In qualità di proprietari di Classic Legends, il marchio che ha rilanciato Jawa e anche attuali titolari del marchio BSA.

Dobbiamo notare che i portavoce di tutti i marchi coinvolti si rifiutano di commentare le potenziali partnership in questo momento, ma i colloqui sono certamente in linea con i piani di riduzione dei costi di Zeits. Mentre il marchio intende concentrarsi su segmenti e mercati ad alto potenziale, una presenza in India è la chiave per il successo globale. Harley sembra andare avanti con il suo modello 338R esclusivo per la Cina e una tattica simile potrebbe avvantaggiarla anche in India. Così infatti coprirebbe i due mercati più grandi del mondo.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!