Motospia

Guida sicura: se vuoi evitare una buca, non la fissare La moto va dove guardiamo… Quindi se fissiamo una buca, ci caschiamo dentro

buca

Una delle leggi fondamentali della guida recita: “La moto va dove io guardo”. E per capire quanto sia vero, pensate a quante volte avete preso in pieno una buca che avevate visto in tempo… Il problema è che avete continuato a fissarla, è per questo che ci siete caduti dentro!

Una delle leggi fondamentali della guida della moto recita: “La moto va dove io guardo”. Niente di più vero. Lo sguardo del pilota è come il raggio laser dei puntatori delle armi moderne. Quel raggio rosso che nei film di azione vediamo partire da pistole e fucili per “guidare” la mira di chi sta usando l’arma. E per capire questo concetto, ci basta un semplice esempio. A tutti voi, infatti, sarà capitato di prendere in pieno una buca e di chiedersi “Come mai”? Ogni volta che ci succede, infatti, siamo sicuri di averla vista per tempo, quindi non riusciamo a spiegarci come possa essere possibile che ci siamo poi caduti dentro con tutte le scarpe!

buca

La spiegazione è semplice: le prendiamo in pieno proprio perché le stiamo guardando e continuiamo a guardarla mentre ci avviciniamo. L’unico modo per evitarla, invece, è guardare oltre. Dobbiamo usare lo sguardo per disegnare la traiettoria che vogliamo seguire per evitarla. Solo così riusciremo a non caderci dentro.

buca

E lo stesso vale in casi peggiori. Come ad esempio quando un’auto ci taglia la strada. Se continuiamo a fissarla terrorizzati da quello che potrebbe succedere, è molto più probabile che ci schianteremo contro la sua fiancata piuttosto che riuscire ad evitarla.

Quindi, ricordate: “La moto va dove io guardo”. Sempre!

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!