Powered by WP Bannerize

Motospia

Guerra intestina fra gli azionisti di Harley Davidson

guerra intestina

Il fondo di investimento Impala Asset Management, che a fine 2019 è tornato a investire in Harley Davidson, propone due figure diverse per il nuovo consiglio di amministrazione rispetto a quelle proposte dall’attuale board. Ed emergono chiari dettagli di una guerra intestina.

Mentre Harley-Davidson ha temporaneamente sospeso la produzione ed il mondo si trova a combattere la diffusione del COVID-19, a Milwaukee continua la ricerca di un nuovo CEO. Le decisioni sugli eventuali candidati spettano al consiglio di amministrazione della società e, secondo il Milwaukee Business Journal, potrebbe essere in atto una guerra intestina dietro le quinte fra gli azionisti per la procura sui consiglieri di amministrazione.

Quando Matt Levatich, ex amministratore delegato si è dimesso, è stato sostituito dal CEO facente funzioni Jochen Zeitz. Un hedge fund che è anche un azionista di Harley-Davidson, Impala Asset Management LLC, afferma che Levatich è stato licenziato non molto tempo dopo che il fondo stesso aveva “espresso preoccupazioni” sulla sua gestione. Una fonte interna, non nominata dal  Milwaukee Business Journal, dissente da questa ricostruzione e e afferma che la separazione, come comunicato a suo tempo. è stata “consensuale”.

Le quote di Impala Asset Management sono state acquistate a fine 2019.

Impala Asset Management non è attualmente tra i primi dieci azionisti di Harley-Davidson. Ha detenuto quote per molti anni a partir dal 2008. Ma pare che le avesse dismesse tutte nel terzo trimestre 2019. Poi ne ha acquistate 1,9 milioni in blocco nel dicembre 2019. E si tratta comunque di una quota “importante”. L’attuale consiglio di amministrazione ha già una lista di nove candidati per la poltrona del nuovo consiglio di amministrazione. Lista che sta attualmente raccomandando agli azionisti. Nel frattempo, Impala Asset Management ha proposto pubblicamente due candidature alternative che pare voglia sostenere. Uno è l’ex presidente della NASCAR Brent Dewar e l’altro è il pilota in pensione Leo Hindery Jr.

L’attuale consiglio di Harley non è sicuro che Impala insisterà con queste candidature, ma ha comunque rilasciato una dichiarazione. “Riteniamo che i nostri nove candidati abbiano la giusta esperienza, abbiano una profonda conoscenza della nostra azienda e dei suoi mercati. E che siano più capaci dei candidati Impala di portare avanti la nostra società”, ha affermato in parte la nota del 13 marzo agli azionisti.

Nessun nome è emerso pubblicamente in merito alla posizione di CEO in questo momento. Tuttavia, con una decisione così importante da prendere, avere la squadra giusta nel consiglio di amministrazione è chiaramente cruciale. Ma probabilmente si dovrà attendere che si combattano le inevitabili lotte per il potere al vertice. 

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!

... See my blog ...
/* ]]> */