Motospia

Forza 750: il nuovo maxi scooter Honda batte tutti, compreso il TMAX Oltre 170 km/h reali, 0-100 km/h in 5”2, 400 metri in 13”6!

forza 750

Honda cala sul mercato il Forza 750. Il suo maxi scooter più grande di sempre. E si prende la vetta della categoria con il suo motore bicilindrico da 58 CV e con la sua tecnologia all’avanguardia, incluso  il cambio automatico DCT di ultima generazione. È imbattibile in accelerazione. E costa meno del TMAX.

forza 750

Il nuovo Forza 750 non è il primo esperimento di Honda di mettere insieme il meglio della moto ed il meglio dello scooter in un solo mezzo. Nel suo listino, ad esempio, era già presente da anni l’Integra. Anche quello usava il cambio automatico DCT. Ma aveva alcuni punti deboli (primo fra tutti la capacità di carico ridotta, che su uno scooter è una voce importante). E l’X-ADV va invece a coprire una fetta diversa del mercato, quella degli scooter crossover che ancora non è decollata con decisione.

Insomma, finora Honda non è mai riuscita a crearsi uno spazio molto ampio sul mercato dei maxi scooter tradizionali. Con il nuovo Forza 750, che da Integra e X-ADV riprende la base tecnica (motore bicilindrico in linea, cambio automatico DCT, caratteristiche ibride moto/scooter) vuole rompere gli indugi ed imporsi in modo deciso. 

 Il Forza 750, infatti, ha già un aspetto molto più accattivante e soddisfa tutti gli standard che il pubblico richiede in questo tipo di veicolo.

Sotto la carrozzeria c’è una moto.

Strutturalmente, se eliminiamo la carrozzeria, vediamo una moto tradizionale con l’unica eccezione dei montanti superiori del telaio molto inclinati e di una ruota posteriore più piccola del solito.

forza 750

Questa struttura meccanica da “moto” è però coperta da una carrozzeria  perfettamente identificabile con quella di uno scooter, al quale il Forza 750 è associato anche dall’impostazione del ​​posto di guida, dallo spazio sotto la sella e dal cambio automatico DCT. 

Ma rispetto a tutti i suoi concorrenti sfoggia un allestimento tecnico decisamente superiore. Innanzi tutto ha il cambio DCT che, come tutti i migliori “doppia frizione” che conosciamo nel mondo auto, può essere usato in modalità automatica o manuale. E quella automatica, oltre alle tre impostazioni selezionabili e alla quarta personalizzabile, si regola autonomamente anche in funzione di come il pilota agisce sui comandi. Ad esempio, in base a quanto velocemente si apre il gas in un dato momento. Inoltre puoi cambiare manualmente con i comandi al manubrio o optare per la modalità semiautomatica. 

Il motore più grande del mercato.

 Il Forza 750 è il maxi scooter con la maggior cilindrata sul mercato con i suoi 745 cm3. Anche se i suoi 58 CV di potenza massima non spiccano particolarmente. La BMW C 650 ne dichiara un paio in più e il KYMCO AK550 è di poco inferiore. Ma il suo regime di coppia massima è inferiore a quello dei suoi principali rivali. Inoltre, la sofisticazione del suo sistema di trasmissione lo aiuta a dimostrare una netta superiorità su tutti in accelerazione.

Nei 400 metri con partenza da fermo, che percorre in 13”6, stacca tutti i concorrenti di oltre un secondo e mezzo! E anche da 0 a 100 km/h il vantaggio è di almeno 1 secondo!

forza 750

Non è al top solo per le prestazioni del motore. 

Guidare il Forza 750 è come avere a disposizione quattro diversi motori. Se scegli la modalità standard del cambio è davvero silenzioso e dolce, ma lento nei cambi di ritmo perché il cambio fa salire le marce troppo presto per avere una buona accelerazione. 

Nella modalità  Sport accade il contrario. È reattivo e perfettamente controllato tra le curve, ma lavora a regimi troppo elevati per la guida rilassata in città. Per rimediare puoi “aiutarti” con le palette del comando manuale, che puoi azionare sempre, in qualunque modalità tu sia. Oppure puoi configurare la tua personale strategia di cambio nella modalità “Utente”.

Comunque nella guida di tutti i giorni in città o autostrada si sceglie sempre la modalità standard. Il consumo, anche a una buona velocità, non supera i 4 litri per cento chilometri. Cioè fa sempre almeno 25 km con un litro di benzina.

L’ottima potenza del motore fa anche sì che si possa viaggiare a circa 140-150 km/h indicati nel comfort più totale. E quando si spinge al massimo si arriva a vedere oltre 180 km/h indicati, che sono poi  172 km/h effettivi. Al top anche in questo. E quando c’è da fermarsi, l’impianto frenante a triplo disco fa sempre il suo dovere in modo ottimale.

Spazioso e protettivo 

Il Forza è comfortevole perché è uno scooter molto spazioso, con una buona protezione aerodinamica offerta dal plexiglass che lascia comunque un’ottima visuale al pilota. La sella è ottima per forma e imbottitura. E sotto c’è già uno spazio abbastanza grande da contenere un casco integrale e qualcos’altro.

forza 750

 

Non è il “bagagliaio” che alcuni vorrebbero perché è profondo ma corto. Ma sicuramente sufficiente. Ed è integrabile con il bauletto che Honda propone come optional.

Dinamicamente il Forza 750 offre ciò che ti aspetti. Con un telaio da moto, una forcella da moto, ruote da moto, forcellone da moto e in generale una struttura da moto, ha una rigidità strutturale ottimale per muoversi perfettamente tra le curve ed essere assolutamente stabile a qualsiasi velocità.

Assorbe bene le buche, supporta l’inerzia in frenata e nei cambi di direzione e inoltre non ha un peso elevato. Abbiamo misurato 234 kg con il pieno, solo 17 kg in più rispetto al peso piuma della categoria, Il TMAX  Yamaha. Ed è nettamente più leggero di un BMW C 650 ed in linea con il Kymco. 

Nel traffico bisogna fare attenzione alla larghezza degli specchi.

Naturalmente con quel peso e quasi 1.600 mm di interasse nelle manovre a bassa velocità ha bisogno di un po’ di maestria. È anche un po ‘largo, soprattutto per via degli specchietti. Quindi nella conquista della prima fila al semaforo bisognerà porre un po’ di attenzione. Di contro il Forza 750 è abbastanza basso da permettere di toccare bene terra con i piedi. Il ché facilita la vita in città, che sarà il suo terreno di caccia preferito.

In definitiva, con il Forza 750 Honda torna nel segmento “convenzionale” dei maxiscooter, spianando tutta la sua artiglieria. E fa centro, perché questo scooter attacca con decisione su tutti i fronti. è al top per il comportamento dinamico e le prestazioni, ma anche per il comfort e la praticità. E, particolare da non trascurare, è “diverso” da tutti gli altri grazie al cambio DCT. Tutto questo ad un prezzo che fino al 15 dicembre è abbondantemente sotto a quello del concorrente maggiore, il TMAX Yamaha. Costa infatti 11.590 Euro contro gli 11.990 del TMAX.

Scheda tecnica e dati Honda Forza 750

Motore: 2 cil. In linea raffreddato a liquido; Distribuzione: SOHC 8V; alesaggio e corsa: 77,0 x 80,0 mm; cilindrata: 745 cm3; compressione: 10,7: 1; potenza max dichiarata: 43 kW (58 CV) a 6.750 giri/min; coppia massima dichiarata: 69 Nm a 4.750 giri/min; alimentazione: 2 iniettori; modalità di guida: 4; aiuti elettronici: TC; frizione: automatica; cambio: DCT 6 rapporti; trasmissione finale: catena.

Telaio: tubolare d’acciaio; forcellone: ​​doppio braccio in acciaio; sospensione anteriore: forcella upside down; diametro steli/corsa: 41 mm/120 mm; sospensione posteriore/corsa: monoammortizzatore/120 mm; regolazioni: precarico; freno anteriore: 2 dischi da 310 mm; pinze: 4 pistoni; freno posteriore: disco da 240 mm; pinza: un pistone; ABS; pneumatico anteriore: 120/70-17″. Cerchio 3,50″; pneumatico posteriore: 160/60-15″. Cerchio 4,50″; 

Dimensioni e peso: cap. serbatoio: 13 l; peso a pieno carico: 235 kg; interasse: 1.580 mm; altezza sella: 790 mm;

Elettronica: Controllo della trazione, controllo freno motore, assistenza per la  partenza in salita. 

Le prestazioni rilevate del Forza 750:

  • Velocità massima: 172 km/h. 
  • Accelerazione: 0-100 km/h: 5”2 in 87 metri.
  • Accelerazione 0-400 m: 13”6/154 km/h.
  • Accelerazione 0-1000 m: 26”8/170 km/h. 
  • Ripresa 60-100 km/h: 8”4 in 190 metri. 
  • Ripresa 60-140 km/h: 24”4 in 735 m.
  • Peso pieno carico: 234 kg. 
  • Distribuzione pesi (con pilota): 49,9% ant/ 50,1% post.
  • Consumo medio: 4,2 l/100 km.
  • Autonomia: 305 km.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!