Motospia

Ecco la nuova KTM 890 Duke 2021 La Casa austriaca presenta ufficialmente l’erede della 790 Duke

ktm 890 duke

Che KTM stesse preparando la versione “maggiorata” della 790 Duke era ormai noto da tempo. Ed ora finalmente vediamo la 890 Duke e ne scopriamo le caratteristiche tecniche. Costa 10.700 Euro f.c.. Disponibile da febbraio.

Uno dei modelli più attesi del 2021 era sicuramente la nuova KTM 890 Duke. Ora finalmente possiamo vederla nella sua versione definitiva e ne possiamo valutare le caratteristiche tecniche. 

ktm 890 duke

La nuova moto, tanto per cominciare, è equipaggiata con un motore di 889 cm³ che sfrutta una logica più sofisticata per le mappature ed è ora in grado di erogare 115 CV e 92 Nm (un aumento di 10 CV e 5 Nm di coppia rispetto alla KTM 790 DUKE). Inoltre, le masse rotanti aumentate del 20% assicurano, secondo i tecnici KTM, una migliore stabilità in curva e un’azione più fluida del motore ai bassi e medi regimi. Omologata Euro 5, la 890 Duke dispone di un serbatoio da 14 litri e offre consumi molto ridotti (dichiarati 4,8 l/100 km). L’autonomia sale quindi a circa 300 km.

ktm 890 duke

Tre riding mode di serie, più il Track Mode opzionale.

Gestite da un’elettronica con acceleratore ride by wire, la 890 ha un display TFT fotosensibile dotato di connettività KTM MY RIDE. Con il pratico selettore a manubrio, è possibile scegliere tre modalità di guida: RAIN MODE (risposta morbida dell’acceleratore, massimo controllo della trazione, potenza ridotta e anti-impennata), STREET MODE (risposta dell’acceleratore standard, TC normale, piena potenza, anti-impennata) e SPORT MODE (risposta sportiva, TC ridotto, piena potenza, anti-impennata). Per chi è in grado di sfruttare appieno il potenziale della KTM 890 Duke, il TRACK MODE opzionale permette di variare finemente le impostazioni, per fare tempi record in pista.

ktm 890 duke

Il controllo della trazione può essere incrementato o ridotto in una scala di nove livelli. La funzione anti-impennata può essere disinserita e la risposta dell’acceleratore regolata su tre livelli. Il launch control fissa il motore al numero di giri al minuto perfetto per una partenza fulminea da fermo, mentre un sensore dell’angolo di piega 6D permette all’ECU di analizzare tantissimi dati e informazioni sul comportamento e sulla posizione della moto, per offrire un feedback ottimale al pilota.

Tante modifiche anche nella ciclistica rispetto alla 790.

L’impianto frenante anteriore è affidato a due dischi flottanti da 300 mm abbinati a una coppia di pinze radiali a quattro pistoncini sulle quali sono state montate pastiglie con una mescola differente che garantiscono una maggiore potenza, sempre ben modulata dall’ABS sensibile all’angolo di piega. Al posteriore resta invariato il disco da 240 mm abbinato a una pinza a doppio pistoncino. Rispetto alla 790 la leva del cambio è ora più corta e grazie a molle più leggere il funzionamento del Quickshifter+ (opzionale) è ancora più rapido e fluido.

Nonostante la maggior cubatura e gli aggiornamenti tecnici, la KTM  890 Duke mantiene lo stesso peso della 790: appena 169 kg (a secco). Il nuovo telaietto posteriore ospita al suo interno le prese d’aria, la cassa del filtro e la batteria.

Rispetto alla versione precedente, le sospensioni WP Apex sono state aggiornate. E secondo i tecnici garantiscono un miglior funzionamento. Sia per la forcella a steli rovesciati da 43 mm con cartuccia aperta che del monoammortizzatore regolabile nel precarico. Rispetto alla 790 DUKE l’altezza della sella è stata ridotta di mezzo centimetro ed è ora fissata a 820 mm.

La KTM 890 Duke sarà disponibile in due colorazioni (Orange e Black) a partire dal mese di febbraio 2021 al prezzo di 10.700 euro f.c. Allo stesso prezzo verrà commercializzata la versione depotenziata 890 Duke L.

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!