Powered by WP Bannerize

Motospia

Ducati WDW 2018, torna a Misano la marea rossa

Ducati WDW 2018. E’ la versione Italiana del grande evento di marchio, una specie di EuroFestival di H-D ma in salsa tricolore. Tre i protagonisti: un marchio Italiano di tradizione (Ducati), un circuito molto amato (Misano) e un esercito di appassionati del marchio di Borgo Panigale, che arrivano in forze a manifestare il proprio orgoglio motociclistico. Basteranno i tre giorni di adrenalina desmodromica del World Ducati Week (WDW) a conquistare un motociclista chi tifa per altri colori?

***

Continua il viaggio di Motospia.it alla scoperta degli incontri motociclistici e in particolar modo degli eventi dedicati a marchi e modelli specifici. Dopo il Royal Enfield Italian Meeting dello scorso giugno, ci occupiamo questa volta di un marchio italiano (anche se ormai negli uffici di direzione si parla il tedesco con lieve accento di Ingolstadt): Ducati.
Prende infatti il via domani il WDW 2018, ovvero il World Ducati Week. L’evento, giunto al decennale, è il raduno mondiale della community Ducati, con delegazioni in arrivo da ogni parte del mondo, e in generale un evento molto seguito dagli appassionati del mondo delle due ruote.
Descritto così sembra un raduno come tanti, certamente non l’incontro dei soci di un motoclub di provincia ma non proprio un evento imperdibile per gli owners sparsi per il globo. Una frase presa dal sito web della casa di Borgo Panigale aiuta però a mettere meglio a fuoco: “L’estate, lo stile italiano, la Riviera Romagnola, la città di Bologna [nota per il copywriter: sicuro?!?] e il rombo di migliaia di Ducati: tre giorni in cui incontrare i campioni Ducati, scoprire la gamma Ducati 2018, partecipare ai corsi di guida della DRE Academy e immergerti nell’atmosfera della Land of Joy di Scrambler. Il Ducati WDW 2018 è tutto questo e molto altro.”.

DUCATI WDW 2018
Al WDW è possibile vedere le moto della gamma Ducati in azione con i piloti, tester e stunt rider della casa o guidarle direttamente nelle aree dedicate alla Ducati Riding Academy e agli Scrambler Days of Joy. In aggiunta, parate in circuito e per le strade di Misano e Rimini

Il programma, concentrato nel Misano World Circuit Marco Simoncelli (a noi piace però ancora chiamarlo il “Santa Monica”) è pressoché infinito e accontenta tutte le tipologie di motociclista. Si va dalle firme autografi con i piloti a workshop tecnici, gare monta/smonta, DJ Set, stunt show, test ride e mini corsi di flat track, enduro e altro. Oltre alle attività in autodromo anche parate a Rimini e persino una grigliata di pesce a cura della Compagnia dei Pescatori di Rimini e offerta dal board e dal management Ducati. Per i pistaioli l’evento da non perdere è quello di sabato 21 luglio: c’è la Race of Champions, sfida tra piloti di oggi e leggende del passato in sella alle Panigale V4 S (in livrea celebrativa, saranno poi vendute all’asta nel corso del weekend). Dovizioso, Lorenzo, Petrucci, Miller, Davies, Melandri ma anche ex eccellenti del calibro di Bayliss, impegnati in un “testa a testa” fino all’ultima curva. In tutte le attività, ampio spazio per i DOC (i Ducati Owners Club), che arrivano con decine di soci da ogni parte d’Italia e del mondo.

DUCATI WDW 2018
Tante le attività del raduno, sia statiche che dinamiche. Tra le opportunità di sporcarsi le mani c’è anche la gara monta & smonta, per dimostrare la propria conoscenza dei motori Ducati

C’è persino un’area in cui sabato alle 17 una coppia di innamorati ducatisti si unirà in matrimonio (quello vero, non la scenetta da Las Vegas!). Speriamo solo che per il desmo-sacramento valga la stessa garanzia – 24 mesi e chilometraggio illimitato – del Monster (che compie proprio al WDW i 25 anni)…

DUCATI WDW 2018
L’evento richiama ogni anno Ducatisti da tutto il mondo, con grande mobilitazione dei Ducati Owners Club

L’organizzazione dell’evento è di stampo militare, sul sito Ducati c’è anche la checklist con le istruzioni per godersi al meglio i tre giorni oltre alle indicazioni di Safety & Security tipiche delle radunate oceaniche simil-Woodstock.
Da quello che si vede sul sito Ducati e su YouTube piuttosto che dalle parole di chi ci è stato sembra proprio che il Ducati WDW 2018 sia un evento ormai consolidato e ben oliato, grazie sicuramente a 10 anni di pratica ininterrotta. Pur essendo così longevo coglie al meglio un trend abbastanza recente nel mondo dell’automotive (o meglio, recentemente esteso anche ai marchi non elitari), ovvero la crescente attenzione verso la componente esperienziale. Avere clienti felici e che si fermano spesso in concessionaria a staccare un bell’assegno passa per un prodotto che funziona (o che si assiste in maniera eccellente se qualcosa va storto) ma anche attraverso occasioni fuori dall’ordinario per usarlo o anche semplicemente per parlarne con altri appassionati. Visto che il WDW funziona in Ducati hanno già pensato ad altro, e qui l’appuntamento va al 2019 con l’apertura della sezione a tema desmodromico di Mirabilandia .
In ogni caso il Ducati WDW 2018 è una vetrina estremamente positiva per Ducati, in un periodo storico in cui la casa è spesso sotto i riflettori non per i risultati commerciali o sportivi ma per le vicende societarie tra cui l’annuncio della vendita da parte del Gruppo Volkswagen (a quanto pare male necessario dopo il Dieselgate, stoppata a dicembre 2017 e apparentemente tornata in discussione lo scorso Aprile) e l’arresto a Giugno, sempre per il Dieselgate, dell’amministratore delegato di Audi (diretta controllante di Ducati). E trovarsi a pochi chilometri dal quartier generale un mare di uomini e donne in rosso felici con le proprie Scrambler, Monster, Multistrada e compagnia bella sicuramente aiuta a guardare al futuro con più ottimismo.
Ma veniamo alla domanda del sottotitolo, secondo voi un evento brand-centrico e dedicato come il WDW potrebbe piacere a chi, pur amando i motori in generare, guida da sempre sotto altri stemmi? Ve lo saprò dire, questo weekend faccio un salto a Misano Adriatico per un bagno (di desmo-folla).

© 2018, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!