Powered by WP Bannerize

Motospia

Distinguished Gentleman’s Ride, 29 settembre 2019

Molto più di un raduno, atto ottavo. Torna il DGR, con la sua raccolta fondi per la ricerca sul cancro alla prostata e la prevenzione del suicidio maschile.

Da fuori il Distinguished Gentleman’s Ride potrebbe sembrare un semplice raduno motociclistico, anche se con tutti gli attori addobbati a festa. Una grande festa che concentra chiassosi e disordinati motociclisti in una strada della nostra città. Nulla di più sbagliato. Innanzitutto perchè la città non è una, sono ben 656 in tutto il mondo (45 solo in Italia con 2150 iscritti al 22 agosto, pari al 6% degli iscritti totali). Ma soprattutto perchè lo scopo non è quello di bere una birra in compagnia e fare due sgasate impunite “nel mucchio”.

Lo scopo del Distinguished Gentleman’s Ride

L’iniziativa è nata a Sydney nel 2012 da un’idea di Mark Hawwa dopo aver visto Don Draper, della serie TV “Mad Men”, in sella ad una modern classic con addosso il suo abito più elegante.

Don Draper, della serie TV "Mad Men", in sella alla sua moto
Don Draper, della serie TV “Mad Men”, in sella alla sua moto

L’australiano ebbe così l’ispirazione: creare un evento per combattere i luoghi comuni che dipingono il motociclista come un tipo rozzo e poco elegante. Approfittando dell’occasione per raccogliere fondi e accrescere la conoscenza sui problemi di salute più diffusi fra gli uomini: dal cancro alla prostata fino ad arrivare ai problemi di salute mentale. Grazie a lui, mettendo da parte credo politico, religione, razza e sesso, i riders di tutto il mondo sono scesi in piazza per la più nobile delle cause.

Distinguished Gentleman’s Ride – i numeri

Il numero assoluto dei partecipanti, quello delle città aderenti e delle donazioni sono in continua crescita:

  • Nel 2012 parteciparono 2.500 motociclisti in 64 città. Questo successo invogliò gli organizzatori a ripetere la manifestazione per l’anno successivo ed abbinarla con una raccolta fondi per beneficenza.
  • Nel 2013 parteciparono oltre 11.000 motociclisti in 145 città. Vennero raccolti oltre 277.000 US$ per la ricerca sul cancro alla prostata.
  • Nel 2014 parteciparono 20.000 motociclisti in oltre 250 città di 56 Nazioni. Vennero raccolti quasi 1,5 milioni di US$.
  • Nel 2015 parteciparono 37.000 motociclisti in oltre 400 città di 79 Nazioni. Vennero raccolti oltre 2,3 milioni di US$.
  • Nel 2016 parteciparono 57.000 motociclisti in oltre 505 città di 79 Nazioni. Vennero raccolti oltre 3,6 milioni di US$.
  • Nel 2017 parteciparono 90.000 motociclisti in 581 città di 95 Nazioni. Vennero raccolti oltre 4,5 milioni di US$.
  • Nel 2018, hanno preso parte al DGR oltre 115.000 motociclisti, in 648 città di 101 Paesi. La raccolta fondi è stata di 6,3 milioni di Dollari.

Da notare che una costante c’è: le metropoli anglosassoni sono più generose rispetto al resto del mondo. Basti pensare che lo scorso anno nella sola Londra si raccolsero circa 270 mila euro (oltre 170 mila a New York, più di 150 mila a Sydney) a fronte di un numero di registrati inferiore ai 900. Ma si sa che i Paesi anglofoni sono particolarmente sensibili al “charity”.

Distinguished Gentleman’s Ride – how to

Per iscriversi al DGR di interesse bisogna innanzitutto avere a disposizione una moto appartenente ad una delle categorie ammesse a partecipare: Cafe’ Racer, Bobber, Classiche, Tracker, Scrambler, Chopper, Modern Classic, Sidecar, Scooter classici a scocca portante, Brat Styled. Meglio se Triumph, che è sponsor ufficiale della manifestazione.

Le moto ammesse
Le moto ammesse

La partecipazione prevede inoltre un outfit specifico, in inglese “dapper”. Che significa tutto e niente, ed infatti la varietà dell’abbigliamento dei partecipanti è una delle caratteristiche peculiari della manifestazione. Il DGR è un evento in cui lo stile è importante nella moto e nell’outfit e l’utente di solito è una persona che fa grande attenzione al proprio abbigliamento. È nato, appunto, per sfatare lo stereotipo del motociclista brutto, sporco e cattivo. Alcuni outfit sono sopra le righe, certamente, ma è un modo per divertirsi e sentirsi liberi di osare.

Un mese al giorno X. Prepariamoci.

Il tempo sembra tanto, ma sono solamente 4 i weekend che rimangono per fare tutti i preparativi. Nello specifico:

  • bisogna andare sulla pagina web dell’evento e registrarsi, scegliendo la città di partecipazione
  • le donazioni sono libere. Coraggio, donate! Ci sono classifiche per i rider, i team, i paesi ed i singoli eventi più generosi. Non vorrete fare brutta figura??
  • la moto deve essere pronta per un evento che potrebbe non svolgersi col clima migliore, è comunque fine settembre. Perchè aspettare il 25 settembre per controllarla?
  • Ultimo, ma non in ordine di importanza… scegliete l’abbigliamento!

Ci vediamo il 29 settembre in giro per le vie del nostro splendido paese… per divertirci e per fare del bene!

© 2019, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!