Motospia

Compressore in arrivo anche in Casa Honda?

compressore

Da qualche anno si conoscono diversi brevetti Honda riguardanti motori turbo o con compressore. E recentemente la Casa di Tokyo ha “aggiornato” un brevetto già depositato nel 2017. Che si tratti del segnale che sta finalmente arrivando qualcosa di concreto?

I motori compressi non sono una novità nel settore motociclistico. ma dopo i fallimenti degli anni ’80, erano praticamente scomparsi dalla circolazione. Anche se i tecnici della varie Casa non hanno mai completamente abbandonato quella soluzione tecnica. E il fatto che Kawasaki abbi rilanciato il concetto con la H2 pare aver risvegliato anche i concorrenti. Honda, fra i tanti brevetti che registra,  aveva già depositato nel 2017 un brevetto per un motore bicilindrico con compressore. E ora ha aggiornato questo brevetto. 

L’aspetto della moto e il layout del motore V2 sembrano piuttosto definitivi… Dai disegni del brevetto si può capire che la moto abbia più di uno spunto derivante dalla serie Neo-Sports Café. In particolare nel posteriore. Inusuale, invece, il telaio a traliccio che la fa assomigliare ad una Monster Ducati. Questo fa pensare che se dovesse uscire, si tratterebbe di un nuovo modello che andrebbe ad arricchire la gamma delle naked Honda.

compressore

In questi disegni si vede il motore bicilindrico a V (osservandolo si desume che la V fra i cilindri sia di 90°) che è sovralimentato e a iniezione diretta. Il documento lo descrive come un “motore a combustione interna con un compressore e con acceleratore elettronico Throttle-by-Wire”. 

Non sono molte le informazioni, a dire il vero. Ma se, come detto, Honda ha deciso di rinnovare questo brevetto, non è difficile pensare che sia un progetto che possa vedere la luce in futuro.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!