Powered by WP Bannerize

Motospia

BMW K 1600: richiami negli USA per problemi alla trasmissione

bmw k 1600

La BMW USA ha appena diramato un richiamo ufficiale per le K 1600 2017-2020 per un possibile problema alla trasmissione che può portare al bloccaggio della ruota posteriore.

BMW ha emesso ieri un richiamo ufficiale negli USA (e quindi c’è da aspettarsi che lo faccia presto anche in Europa) per un problema riscontrato alla trasmisione delle K 1600 GT 2017-2020,  K 1600 GTL 2018-2020 e K 1600 B 2018-2020.

bmw k 1600
BMW K 1600 GT.

Il problema segnalato dal produttore riguarda il sistema di trasmissione che potrebbe arrivare a far bloccare la ruota posteriore mentre si guida. La Casa tedesca spiega che alcuni dei componenti della trasmissione non sono stati prodotti secondo le specifiche e sono più deboli del previsto. La trasmissione, a causa di questi componenti non conformi, potrebbe non funzionare correttamente e causare la sovrapposizione di due ingranaggi adiacenti. La qual cosa potrebbe danneggiare il meccanismo.

Nei casi più estremi, la trasmissione danneggiata può arrivare a causare il bloccaggio della ruota posteriore. E questo, naturalmente, rappresenta un pericolo per la sicurezza se la cosa si verifica quando la moto è in movimento. Soltanto negli USA, il richiamo potrebbe interessare un totale di 4.672 K 1600 nelle tre versioni B, GT e GTL.

BMW K 1600
BMW K 1600 B.

I proprietari dei modelli interessati, come di prassi, saranno invitati a fissare un appuntamento con la loro officina di assistenza BMW locale. Qui, previo appuntamento, i tecnici BMW provvederanno alla sostituzione delle forchette del cambio, della boccola di selezione della 5a/6a marcia e della ruota dentata della 6a marcia. Questi interventi saranno, naturalmente, saranno effettuati a titolo completamente gratuito.

Ora non ci resta che aspettare e vedere quando il richiamo verrà diramato anche in Europa. Perché sicuramente anche qui da noi ci saranno in circolazione un certo numero di K 1600 con lo stesso problema.

© 2019, MBEditore, riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!