Powered by WP Bannerize

Motospia

BMW e la basetta per navigatore della discordia. Pregi, difetti e soluzioni.

La basetta del navigatore originale BMW è molto funzionale. Il navigatore a cui è associato, nelle varie versioni, no. Dalla Cina arriva la soluzione.

Stufo di sottostare ai “capricci” di BMW e Garmin e dei navigatori da loro proposti per le moto teutoniche? Purtroppo all’ottima idea dell’integrazione della struttura del navigatore nella moto è seguita una realizzazione poco armoniosa, e spesso gli utilizzatori di questa costosa soluzione non sono soddisfatti. Probabilmente per la mancanza di segnalazione degli autovelox. Oppure per le laboriose attività da svolgere per effettuare operazioni che con altri sistemi sono più immediate. O, ancora, per la mancanza dell’innegabile comodità del traffico in tempo reale ed affidabile al 100% offerto dai navigatori degli smartphone moderni. Lo svantaggio degli smartphone sta nei sistemi di fissaggio, spesso considerati poco sicuri e soggetti al furto una volta parcheggiata la moto.

Sta di fatto che aumenta sempre di più il numero di chi vorrebbe svincolarsi dal Navigator, ma non lo fa per la comodità del supporto.

La basetta BMW (optional)
La basetta BMW (optional)

Non che questa comodità sia a prezzo di saldo.

Tralasciando i listini ufficiali e curiosando su uno dei siti più conosciuti ed affidabili (ed economici) per parti originali BMW si scoprono questi prezzi:

  • € 430 per il Navigator V
  • € 779 per il Navigator VI (K 1600 GT, K 1600 GTL, K 1600 GTL Exclusive, R 1200 GS (dal 2013), R 1200 GS Adventure (dal 2014) or R 1200 RT (dal 2014)
  • € 750 per il Navigator VI per gli altri modelli

Il tutto escludendo il costo della predisposizione stessa, che spesso viene “affogato” in un kit accessori alla configurazione della moto. Per la R1250GS, ad esempio, il pacchetto Touring che lo include (insieme a Cruise Control, Dynamic Esa, Keyless Ridee Supporti Valigie) costa € 1530, e visti gli altri accessori che contiene (e la destinazione d’uso tipica di una moto del genere) è praticamente obbligatorio. In alternativa, il solo supporto navigatore costa € 200 (per la cronaca, ordinando singolarmente i 5 accessori inclusi nel kit il costo totale è di € 1720).

Il pacchetto per BMW R1250GS
Il pacchetto per BMW R1250GS

Potrebbe non essere obbligatorio proprio il navigatore, ora che con il Connectivity (di serie su alcune moto come la R1250GS, a pagamento su altri veicoli come il C400GT) si ha la possibilità di utilizzare il proprio smartphone per la navigazione.

BMW Connectivity
BMW Connectivity

La soluzione Smart cinese

Incrociando un po’ tutte queste esigenze e gli aspetti positivi e negativi di ogni sistema, i tuttologi cinesi si sono inventati una soluzione in grado di accontentare tutti. Un semplicissimo adattatore preleva la corrente a 12 volt fornita dalla basetta BMW e la converte in 5 volt, utilizzabili grazie a due prese USB femmina sul fianco dell’adattatore. Sul fronte invece è presente un supporto per fissare lo smartphone, che una volta saldamente assicurato può essere utilizzato a cuor sereno. La comodità è doppia, perché il supporto può essere assicurato alla basetta con la serratura pensata per fissare il Navigator, e quindi non deve essere installato ad ogni utilizzo. Inoltre, a differenza dei portasmartphone chiusi, il telefono non soffre di surriscaldamento. È ovviamente consigliabile l’utilizzo di smartphone impermeabili.

L'adattatore cinese
L’adattatore cinese

Probabilmente non sarà chic come piace a molti possessori di BMW, ma sicuramente come idea è geniale.

© 2019, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!