Motospia

Batterie per moto elettriche in comune fra le quattro giapponesi  Dopo l’esperimento iniziato a fine 2020, ora si passa ad un vero accordo

batterie

Come avevamo già scritto nell’ottobre scorso, Honda, Kawasaki, Suzuki e Yamaha avevano iniziato a lavorare (insieme all’università di Osaka) per sviluppare uno standard comune per le batterie estraibili di moto e scooter elettrici. Ora sono passate ad un vero e proprio accordo. Che segue di poco tempo quello già stipulato fra Honda, Yamaha, Piaggio e KTM. Insomma, la strada per la mobilità elettrica si fa sempre più semplice, e, speriamo, economica. 

Avevamo già scritto di un esperimento portato avanti dai quattro costruttori giapponesi e dall’università di Osaka per sviluppare componenti comuni, in particolare le batterie estraibili, per la mobilità elettrica del futuro. Ora l’esperimento dei è tradotto in un vero e proprio accordo con l’obiettivo principale di raggiungere una standardizzazione dell’infrastruttura di ricarica e dei sistemi di ricarica, oltre che, naturalmente, delle batterie.

È nato quindi il “Consortium for Replaceable Batteries for Electric Motorcycles”, composto appunto da Honda, Yamaha, Suzuki e Kawasaki. Le quattro Case hanno dichiarato che nonostante lo standard comune delle batterie, continueranno a competere tra loro. Stanno anche discutendo con l’associazione giapponese dei costruttori automobilistici (JAMA) per implementare lo standard a livello internazionale. 

Ci sarà da vedere come questo consorzio tutto giapponese si integrerà con quello appena formato in Europa da Honda e Yamaha con Piaggio e KTM. Anche questo nato con gli stessi obiettivi. Non possiamo che dedurre che le due associazioni lavoreranno insieme. 

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!