Motospia

AUTOSTRADE, CONSIGLI PER L’USO

Siamo alla soglia del periodo di maggior utilizzo delle autostrade da parte dei motociclisti, anche degli irriducibili che durante il resto dell’anno cercano in tutti i modi di evitare di utilizzarla. Ecco qualche consiglio per goderne i benefici.

Potrebbe sembrare banale, ma per prima cosa, in moto in autostrada come sulle altre strade si circola con casco, giacca con protezioni, guanti, pantaloni lunghi e scarpe chiuse. Ovviamente l’abbigliamento dev’essere consono alla situazione e permettere una buona areazione, per evitare malori dovuti al caldo eccessivo a cui non siamo abituati, infatti le autostrade nei giorni di sole sono un ambiente più caldo di quello circostante, perché nere assorbono il calore del sole. Sono consigliate frequenti soste per idratarsi.
Le distanze di sicurezza sono fondamentali per evitare di essere coinvolti in incidenti. Quindi bisogna sempre prestare attenzione a chi ci precede, osservando fino a 3/4 veicoli davanti a sé e non solamente quello di fronte, così da vedere per tempo frenate improvvise e non dover inchiodare, col rischio sia di tamponare che di essere tamponati.

AUTOSTRADA
Sempre per questa ragione, sulle autostrade come su tutte le strade che percorriamo ogni giorno, bisogna osservare sovente anche gli specchietti: molti automobilisti (o peggio conducenti di mezzi pesanti) hanno la bruttissima abitudine di viaggiare a poche decine di centimetri dal veicolo che li precede, sia in caso di colonna che a velocità sostenute. Se dopo aver suonato il clacson, fatto segnali con le braccia per chiedere di distanziarsi ed aver provato ad aumentare lo spazio allontanandosi si vede che il conducente che ci segue non accenna a smettere questo comportamento pericoloso la cosa migliore è cambiare corsia, anche solo temporaneamente per poi accodarsi al veicolo pericoloso o portarsi più avanti nella fila.
IMPORTANTE! Non attaccate briga mentre siete in movimento, che siate soli o a maggior ragione nel caso in cui abbiate un passeggero. Le cronache nere sono piene di motociclisti travolti da mezzi a 4 ruote nel mezzo di un litigio, ed è inutile ricordare chi sia la parte più debole tra i due.

Per ultimi un paio di tip riguardo il telepass: una volta associata la targa al proprio apparato è possibile passare dai portali dedicati anche nel caso lo abbiate dimenticato a casa: nel regolamento telepass è infatti chiaramente riportato che per le moto in caso di mancata apertura della sbarra è vietato fermarsi e richiedere assistenza, causa rischio di tamponamento. È esattamente la ragione per cui alcuni portali sono contrassegnati col simbolo di una moto: sono quelli con la sbarra più corta degli altri, che in caso di mancata apertura può essere “dribblata”. In questi casi il portale fa una fotografia del veicolo, addebitando semplicemente il passaggio sul conto telepass nel caso la targa sia abbinata allo stesso.

AUTOSTRADA
Ricordiamo inoltre che lo sconto per i motociclisti in autostrada è stato rinnovato fino al 30 giugno 2019. Il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture del nuovo Governo, Danilo Toninelli, ha dichiarato: «Sosteniamo chi si muove su due ruote. Ho dato il via libera alla proroga di un anno dell’accordo tra il Mit (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) e Aiscat (l’Associazione delle società che hanno in concessione le autostrade) per rinnovare lo sconto del 30% ai caselli autostradali in favore dei motociclisti dotati di Telepass».

Nb: il caso descritto poco fa non si applica alle moto non abbinate ad un conto telepass. In tal caso si tratta di un mancato pagamento, che si traduce nell’invio a casa di una raccomandata contenente il costo del pedaggio, della visura e la sanzione amministrativa. Alla ricezione di questa raccomandata il pagamento va fatto secondo le modalità indicate, pena il fermo amministrativo del veicolo e tutte le altre pene pecuniarie e non previste dal nostro ordinamento.

AUTOSTRADE

© 2018, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!