Powered by WP Bannerize

Motospia

Arriva l’Active Cruise Control anche sulle moto BMW presenta il suo ACC sviluppato con Bosch

active cruise control

Se ne parla da tempo, ed ora eccolo finalmente pronto. L’Active Cruise Control diventa realtà anche sulle moto grazie alla collaborazione fra Bosch e BMW, che presenta il suo ACC.

active cruise control

Viaggiare rilassati con il controllo automatico della velocità di crociera, senza dover adattare manualmente la velocità di guida rispetto al veicolo che precede. Il Cruise Control automatico è rrealtà già da molti anni nel settore auto, ma nella moto finora nessuno lo aveva usato fino ad oggi. è la BMW a presentarlo per  prima. Si chiama Active Cruise Control (ACC). Ed è stato sviluppato in collaborazione con Bosch.

active cruise control

L’Active Cruise Control (ACC) sarà presto disponibile sulle moto BMW. La pluriennale esperienza con i sistemi di assistenza alla guida delle autovetture di BMW e Bosch permette alle due società di promettere il massimo comfort per i mototuristi esigenti regolando automaticamente la velocità impostata dal pilota e la distanza dal veicolo che precede. Il sistema regola automaticamente la velocità del veicolo quando viene ridotta la distanza dal veicolo che precede e mantiene la distanza scelta dal motociclista.

Le impostazioni che il pilota può scegliere sono uguali a quelle proposte sulle automobili.

Questa distanza può essere scelta fra tre opzioni, come sulla maggior parte delle auto. Tramite un pulsante è possibile impostare comodamente sia la velocità di crociera che la distanza dal veicolo che precede. Le singole impostazioni vengono visualizzate sul quadro strumenti TFT. Il nuovo BMW Motorrad ACC ha due caratteristiche di controllo selezionabili: comfort o dinamic. In base alla modalità selezionata cambia il comportamento in accelerazione e decelerazione della moto. Il controllo della distanza può anche essere disattivato per poter utilizzare il Dynamic Cruise Control (DCC).

In curva, la velocità viene automaticamente ridotta dall’ACC se necessario e viene mirato un angolo di inclinazione “confortevole”. Con un angolo di inclinazione crescente, tuttavia, le dinamiche di frenata e accelerazione sono limitate al fine di mantenere una guidabilità stabile e di non turbare il pilota in caso di brusca frenata o accelerazione. Il BMW Motorrad ACC è un sistema di assistenza alla guida che lascia la responsabilità al pilota e gli consente di intervenire in ogni momento. Questo anche perché il nuovo ACC risponde solo ai veicoli in movimento. I veicoli fermi — come nelle code o ai semafori — non sono considerati. In questo caso è il pilota che deve eseguire la frenata.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!

... See my blog ...
/* ]]> */