Motospia

Aprilia sta sviluppando una moto a tre ruote Sarà la rivale diretta della Yamaha Niken

tre ruote aprilia

I disegni di una richiesta di brevetto mostrano chiaramente il progetto Aprilia di una tre ruote di grossa cilindrata.

Fino ad oggi la Yamaha Niken è stata l’unica moto di grossa cilindrata (deriva dalla MT-09) sul mercato. E non si può certo dire che abbia avuto successo commerciale. Però, nonostante questo, altri costruttori sembrano orientati a scendere sul quel terreno di battaglia. Il prossimo potrebbe essere Aprilia, come ci rivelano alcuni disegni di un brevetto depositato recentemente. E nel gruppo Piaggio questa tecnologia è ben conosciuta, visto che da ben prima di Yamaha la usa per il suo MP3…

Questo brevetto dimostra che come base per il suo tre ruote l’Aprilia ha usato una Mana, e il suo motore di oltre 800 cm3. Il design della struttura tecnica dell’anteriore deriva chiaramente dal ‘MP3, ma è più evoluto per far fronte alle maggiori sollecitazioni di una moto più pesante e veloce.

tre ruote aprilia

Il sistema si basa su due link superiori paralleli che corrono per tutta la larghezza, uno sopra l’altro. Ruotano al centro quando la moto si inclina e c’è un cannotto di sterzo montato su entrambe le estremità. I collegamenti paralleli significano che le teste di sterzo si inclinano insieme al veicolo.

Tuttavia, le parti sotto queste doppie teste di sterzo differiscono dalle configurazioni di MP3 e Yamaha. La sospensione anteriore dell’MP3 si basa sui collegamenti principali con un ammortizzatore, mentre la Niken ha una forcella telescopica su ciascun lato. Il design del brevetto Aprilia invece ha un montante curvo in alluminio pressofuso su ogni lato, con quattro collegamenti laterali nella parte inferiore collegati a un montante delle sospensioni, come il quadrilatero che si usa su molte auto.

tre ruote aprilia

Il brevetto afferma che il sistema è migliore sia dell’MP3 che della Niken. Si dice che sia “sostanzialmente” più economico delle forcelle telescopiche, come quelle utilizzate da Yamaha, mentre crea meno attrito, con conseguente riduzione dell’usura e minore manutenzione.

Inoltre, la configurazione a quadrilatero crea una libertà molto maggiore per adattare la geometria delle sospensioni, consentendo di modificare il camber delle ruote (il loro angolo rispetto alla verticale) mentre la sospensione si comprime durante la frenata, il che può dare vantaggi per l’aderenza. le ruote anteriori sono da 15”.

Ogni lato ha un ammortizzatore con serbatoio del gas separato. E dall’accuratezza dei disegni pare che questo progetto sia molto più di una vaga idea…

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!