Motospia

ANLAS CAPRA R LONG TEST: QUOTA 12500 KM AND CASTLE TOUR TEST

Capra R

Capra R. Siamo arrivati ai 12500 km, un buon chilometraggio per poter dare le prime definitive indicazioni

In 12000 km si possono vedere moltissimi paesaggi e renderli parte di un fantastico album di ricordi e di esperienze. Per tutto questi kilometri, abbiamo testato i pneumatici Anlas Capra R, pneumatico pensato per un’uso per lo più stradale (70%) ma capace di affrontare qualche strada bianca in sicurezza (30%). Per una piccola parte dei km totali abbiamo affrontato delle strade bianche ed abbiamo fatto dei piccoli viaggi con passeggero, affrontando le ottime strade della valle d’Aosta, dove abbiamo apprezzato le doti di un pneumatico che eccelle in comunicabilità e sul bagnato. Dopo più di 12000 km, abbiamo nuovamente testato le reazioni del pneumatico sul bagnato e sull’asciutto, da soli e con passeggero, al fine di verificare la costanza delle performance di Anlas Capra R.

Abbiamo deciso di affrontare un piccolo itinerario culturale in Piemonte, tra Vercelli e la Sesia, chiamato simpaticamente “Castle Tour Test”, proprio perché in ogni tappa si finisce in un castello, simbolo da sempre di potere e prestigio. In questo itinerario abbiamo potuto testare nuovamente i pneumatici Anlas Capra R su asfalto asciutto, bagnato (grazie al meteo), sporco e in qualche breve strada bianca fangosa.

Capra R
Itinerario del Castle Tour Test

Così come gli invasori conquistavano il castello, riuscirà Anlas Capra R alla fine del nostro test conquistare il nostro giudizio positivo?
Partendo dalle performance sull’asciutto, il posteriore di conferma comunicativo ed asseconda senza problemi le accelerazioni improvvise, sia a moto dritta che inclinata, in uscita di curva; anche con il passeggero non ci sono problemi. Il pneumatico anteriore conferma le buonissime capacità di inserire la moto in curva, sia con freno azionato sia in piena accelerazione; in frenata a moto dritta invece si avverte qualche leggerissima incertezza, come se il pneumatico avesse delle perdite di grip molto velate.

Capra R
Castello di Rovasenda, uno dei checkpoint del nostro tour

In condizioni di bagnato intenso e leggero invece è il pneumatico anteriore che stupisce: entrare in piega è una dolce pratica, non si avverte alcuna incertezza ed è possibile frenare con decisione anche sulle fastidiose righe bianche senza farsi del male. Il pneumatico posteriore, dopo 12500 km, inizia a mal digerire le accelerazioni improvvise.
Sulle strade cosparse di terriccio, lasciato da qualche trattore, lo sporco è un ricordo: si può percorrere la curva (sempre con la dovuta cautela) senza l’angoscia di perdere il grip della gomma anteriore o far slittare pericolosamente la ruota posteriore.
E su strade bianche? In questo contesto, la situazione è meno rosea: il pneumatico posteriore inizia a sentire i chilometri percorsi e tende a perdere grip quando si inizia a fare sul serio. Sul pneumatico anteriore invece il comportamento è rimasto immutato. Tutto sommato, questo calo di performance si potrebbe definire fisiologico.
In redazione ci siamo impegnati per trovare il metodo migliore per verificare la bontà dei pneumatici Anlas Capra R su asfalto scivoloso a basse velocità, quel genere di manovre che nascondono delle cadute stupide e dannose: abbiamo fatto un 8 ed uno slalom su un asfalto completamente ricoperto di foglie autunnali bagnate, uno scenario molto romantico ma altrettanto difficile e pericoloso. Il risultato è stato soddisfacente, anteriore preciso senza sbavature ma il pneumatico posteriore non va molto d’accordo con le foglie appiccicose.

Capra R
Anlas Capra R vs foglie autunnali, chi vincerà?

12500 km, tanta strada e tanti ricordi, un solo obiettivo: saggiare e stressare i pneumatici turchi Anlas Capra R. Il produttore turco si è lanciato nel mercato europeo nel settore enduro dove vari competitor si contendono il dominio da tempo. Con Anlas Capra R possono senza dubbio ritagliarsi una fetta di mercato ed offrire, assieme al loro pneumatico invernale Anlas Winter Grip Plus e all’assistenza clienti celere e competente, offrire al vero motociclista il pneumatico adatto 365 giorni all’anno.

Il pneumatico Anlas Capra R ci ha soddisfatto sotto vari aspetti e può essere senza dubbio migliorato; tuttavia, i competitor non sono così lontani. L’azienda turca sta facendo un ottimo lavoro e tempo al tempo inizieremo a vedere sempre più moto gommate Anlas:

sono aperte le scommesse, io punto su Anlas.

© 2018, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!