Motospia

ANLAS CAPRA R LONG TEST: 8500 KM & MUD TEST

Anlas Capra R

ANLAS CAPRA R LONG TEST, siamo arrivati ad una quota chilometrica interessante, senza però provare il lato più sporco del carattere del pneumatico Anlas. Gli pneumatici Anas Capra R sono destinati a quei possessori di maxi-enduro stradali che, ogni tanto, vogliono andare fuori strada e sporcare la moto e abbiamo approfittato di questi giorni, dal meteo altalenante, per verificare se le Anlas Capra R hanno anche buone doti fuoristradistiche. Ad oggi ci hanno sorpreso per la durata e il grip, specialmente sul bagnato; sono inoltre pneumatici che comunicano senza filtri ogni cosa sotto il loro tassello.

E nel fango? Abbiamo pensato di trovare qualche strada bianca, in mezzo ai campi del milanese, e affrontare le insidie del fango e delle pozzanghere.

Pronti a testare le capacità off-road di Anlas Capra R

Malgrado la mia esperienza di sterrato sia molto ridotta e il peso della Suzuki V-Strom non aiuti le manovre a bassa velocità, gli pneumatici hanno perdonato diversi errori, come frenate improvvise ed accelerazioni un po’ troppo vigorose; la gomma posteriore ha sempre accompagnato ogni reazione della moto, senza avere reazioni incontrollabili, all’anteriore la precisione di guida che si nota in strada si riconferma anche su sterrato. Quando si attraversano delle pozzanghere piuttosto profonde e melmose, la tassellatura scarica piuttosto bene l’acqua e il fango, senza innescare scivolamenti al posteriore.

Dopo 9000 km, fatti in diversi scenari, dal passo di montagna alle autostrade, si avverte qualche incertezza sul pneumatico anteriore: nella prima fase della piega è meno reattiva, mentre nella parte centrale della curva la sensazione di robustezza e di precisione è come la prima volta.
Nella guida più spinta, quella dove si cerca di arrivare con il freno anteriore azionato fino a centro curva, si rimane stupiti dalla mancanza di effetto autoraddrizzante che un pneumatico da 19 pollici (come quello installato sulla Suzuki V-strom) dovrebbe avere di natura. Il reparto sospensioni, tutt’altro che sportivo, mostra tutto il suo limite, ma gli pneumatici Anlas Capra R danno una bella mano.

Con Anlas si raggiungono anche posti incantevoli, senza esitazioni

Dei 9000 km fatti finora, circa il 15% è stato fatto con passeggero, con l’intento di verificare se il peso extra potesse mettere in difficoltà la carcassa in poliestere. In questo contesto abbiamo aumentato di pochi decimi di bar la pressione di entrambi gli pneumatici: le sensazioni alla guida sono pressoché le stesse, le doti comunicative del pneumatico anteriore sono molto utili anche se è necessario guidare la moto spostando di più il corpo in curva.
Al momento possiamo solo che fare i complimenti all’azienda Anlas, che sta proponendo un prodotto dalle prestazioni oneste ad un prezzo popolare. Abbiamo già avuto modo di testare con ampia soddisfazione la loro proposta invernale, con la quale si sono creati fama nel mercato italiano; con la gamma estiva possono raggiungere gli stessi risultati, senza difficoltà.

© 2018, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!