Motospia

Africa Twin sul Nevado Ojos del Salado

Africa Twin di Honda arriva dove una bicilindrica non era mai arrivata prima: 5.965 metri di altitudine sul Nevado Ojos del Salado.

È proprio vero! Con un team d’eccellenza ed il supporto di Metzeler, brand della italiana Pirelli, la Africa Twin di Honda è arrivata dove nessuna bicilindrica era mai arrivata prima. La sfida è andata in scena al confine tra Argentina e Cile, sul Nevado Ojos del Salado, il vulcano che con i suoi 6.891 metri è il più alto del mondo.Un primato assoluto raggiunto da Fabio Mossini in sella alla CRF1000L Africa Twin, superando i 5900 metri di altitudine in appena 22 ore e 30 minuti partendo dal livello del mare. Del team facevano parte oltre a Carlo Fiorani, Motorcycle PR e Racing Communication Director di Honda Motor Company, anche Salvo Pennisi, Direttore del Reparto Sperimentazione di Metzeler e i colleghi di due importanti riviste europee.Fondamentale la collaborazione di Metzeler che ha fornito gli pneumatici MC 360™, specifici per il fuoristrada estremo e la spedizione in Cile ne ha rappresentato il collaudo finale più severo confermando ottimi livelli di performance, usura, versatilità e resistenza alla lacerazione a temperature ambientali estreme: dai 40° del deserto di Copiapó ai -15° delle altitudini andine. Irreprensibile anche il comportamento delle CRF1000L Africa Twin impegnate nell’impresa, inarrestabili su qualsiasi fondo e sempre pronte all’avviamento, anche ad altissima quota.

Verso la vetta

ATTACCO ALLA CIMA

Dopo un acclimatamento ad altitudini crescenti venerdì 3 marzo 2017 alle ore 13.20 locali il gruppo è partito da Bahia Inglesa sulle rive del Pacifico per attaccare il vulcano. Dopo un impegnativo trasferimento di trecento chilometri tra asfalti di ogni tipo, pietraie, sterrati, interminabili distese di sabbia e fango, il gruppo ha raggiunto il campo base di Laguna Verde a 4300 metri di altezza.

Le Africa Twin verso il record

Sabato mattina 4 marzo 2017, alle prime luci dell’alba e con una temperatura di -5°, il gruppo è partito per l’ascesa al vulcano.

Dal rifugio Murray, dopo un massacrante trasferimento di 40 chilometri fino al rifugio Atacama a 5400 metri, il gruppo ha affrontato la fase più difficile.

Raggiunto il rifugio Tejos a 5.837 metri, dopo aver affrontato tratti di sabbia profonda e lastre di ghiaccio, il gruppo si è imbattuto in una brutta sorpresa: a 5.900 metri delle formazioni di ghiaccio note come “penitentes”, tipiche di queste aree battute dal vento sferzante, impedivano ogni possibilità di ulteriore ascesa.

Mossini a quota 5.956 metri!

A quel punto Fabio Mossini in sella all’Africa Twin equipaggiata con gli Metzeler MC360, è riuscito a raggiungere i 5.965 metri fissando il primato mondiale per moto bicilindriche, seguendo la via aperta pochi istanti prima dalla ben più agile CRF450RX. Perfette le Honda CRF1000L Africa Twin e gli pneumatici Metzeler MC360, un binomio che ha segnato, con questa avventura, la storia del del motociclismo e del fuoristrada estremo.

L’altimetro segna quota 5965 metri, il record!
Ritorno dalla vetta!

© 2017, MYDIGITALPASSION s.r.l., riproduzione riservata.

Seguici sui social!

La tua passione più grande, Motospia.it!