Motospia

Accensione da Formula 1 per le Honda del futuro Un brevetto per usare miscele sempre più magre

accensione honda

Honda ha messo insieme in un suo brevetto la tecnologia di accensione a precamera (già in uso in Formula 1) con la tecnologia del “disco rotante” che si usava nei due tempi. 

accensione honda

L’accensione a precamera e l’alimentazione a disco rotante sono concetti tecnici che già conosciamo e che vengono applicati da molto tempo. La prima sembra sia ormai una cosa normale nei motori da Formula 1, e la seconda fa venire un attacco di malinconia agli amanti del due tempi. Ebbene, Honda ha messo insieme queste due “idee” per migliorare l’efficienza dei suoi motori del futuro. L’accensione a precamera permette di usare miscele magre evitando i problemi di autoaccensione (nel momento sbagliato) e di battito in testa che si trova ad affrontare chi smagrisce troppo la miscela aria/benzina nei quattro tempi tradizionali. 

Nel brevetto depositato da Honda per questo sistema di accensione, sopra la camera di combustione vera e propria nella testata, c’è una nicchia in cui si trovano un iniettore e la candela. Durante la fase di compressione, qui viene creata una piccola quantità di miscela molto ricca e accesa dalla candela. Questa combustione successivamente accende la miscela magra nella camera di combustione vera e propria. Lo scopo di “meccanismo” è quello di accendere la miscela magra in modo tempestivo e controllato, sfruttando la fiamma della combustione che avviene nella precamera che è molto più grande ed estesa della scintilla scoccata da una singola candela.

Se non ci fosse la precamera, la miscela povera brucerebbe in modo controllato solo in prossimità della scintilla di accensione. E in altre zone si innescherebbe una indesiderata (e dannosa) accensione spontanea. Qualcuno risolve il problema utilizzando due candele, ma questo ruba spazio nella camera di accensione e limita lo spazio per le valvole.

accensione honda

Tutti i motoristi vogliono usare miscele sempre più magre, perché riducono i consumi e l’inquinamento e migliorano il rendimento del motore. Quindi la soluzione della precamera si farà sempre più strada.

Alla precamera, la Honda ha aggiunto una particolare valvola rotante. 

Quello che vedete sotto la candela è una sorta di manicotto rotante che si muove in sintonia con gli alberi a camme. Questa anticamera con i suoi vari fori e aperture di uscita sembra un tubo di miscela di un carburatore. E anche la funzione è più o meno la stessa.

accensione honda

A seconda del ciclo di lavoro, l’apertura principale (64) è rivolta verso la camera di combustione o la candela. Così può svuotarsi nel ciclo di scarico o accendere la miscela della precamera nel ciclo di compressione. I piccoli fori (52) servono come canali di passaggio per la miscela principale magra nella fase di compressione, come se fosse l’aria di combustione della premiscela. La benzina viene iniettata durante la compressione attraverso l’apertura (65) per creare la premiscela ricca. La candela accende la miscela nella precamera, poi l’apertura principale (64) ruota verso la camera di combustione. In questo modo il fronte di fiamma accende la miscela principale magra appena prima del punto morto superiore del pistone. Cioè proprio quando serve per ottenere il massimo rendimento.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    Seguici sui social!

    La tua passione più grande, Motospia.it!